Cerca

Viaggio nel mondo dell'affitto a studenti universitari. Qui, Bari.

by Chiara Bianchi
on Febbraio 15, 2013
Visite: 2480

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Continua il nostro focus sui contratti a studenti universitari. Dopo Milano e Bologna, oggi scendiamo a Bari, sede della principale università pugliese e, più in generale, di uno dei più grandi atenei italiani.


iStock 000001027786XSmallCome Bologna, anche Bari risente della diminuzione delle immatricolazioni denunciata a fine gennaio dal Consiglio Universitario Nazionale. A rivelarlo sono Gianluca e Andrea Raimondi dell'agenzia Solo Affitti Bari 1, che registrano contemporaneamente un calo nel numero di contratti stipulati a studenti fuori sede, soprattutto in seguito all'apertura della Casa dello Studente nel 2011. Una sorta di cittadella universitaria con seicento posti letto a 280 euro mensili, compresivi di spese per luce, acqua e connessione internet.

 

D. Prezzi, quelli della Casa dello Studente, che si allineano con quanto richiesto dai proprietari degli immobili nella zona universitaria.
R. Esatto, se si considera che, in media, nella zona universitaria l'affitto per una stanza è di circa 250 euro mensili. Però in questo caso sono escluse le utenze, che sono invece comprese nel canone dovuto alla Casa dello Studente.
D. Che caratteristiche ricercano gli studenti che vengono da voi per un appartamento in affitto?
R. Soprattutto la vicinanza all'università, la connessione a internet e la presenza della lavatrice. E la registrazione del contratto.
D. A proposito di registrazione del contratto, nel mercato dei contratti a studenti è noto quanto prolifichi il nero. Secondo voi, cosa bisognerebbe fare per abbattere l'evasione?
R. Soprattutto tanta informazione. Infatti in Puglia chi ha un contratto regolare ha delle agevolazioni sulla rata dell' università, che dovrebbero costituire un incentivo importante contro il nero.
D. Previsioni per il prossimo anno accademico?
R. Un ulteriore calo nella stipula dei contratti a studenti fuori sede, sia perché sono in calo le iscrizioni all'università, sia perché la creazione del campus influisce notevolmente.

 

Leggi le interviste su Milano, Bologna e Roma.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite
Gli italiani ricominciano a comprare casa, gli affitti sono destinati a sgonfiarsi. Sbagliato: ecco cosa succede sul mercato immobiliare  ...
Perché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 puntiPerché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 punti
Un mercato in crescita da 9 anni consecutivi, una fiscalità particolarmente vantaggiosa per il proprietario e canoni di affitto accessibili per...
Affitti agevolati, dopo 18 anni ridefiniti i canoni e gli sconti fiscali.Affitti agevolati, dopo 18 anni ridefiniti i canoni e gli sconti fiscali.
Canoni, agevolazioni fiscali e tanto altro: come cambiano i contratti concordati. Novità per gli affitti a canone concordato e in generale per...
Bamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitoriBamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitori
Ben l’80% dei giovani italiani non se ne va dalla casa di mamma e papà prima dei 30 anni. C’entra la crisi, ma non solo  ...
2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?
Comprare casa per i giovani: da passaggio imprescindibile a scelta di vita troppo impegnativa.     L’acquisto di un’...