Cerca

5 buone ragioni per preferire un agente immobiliare specializzato nell’affitto

by Andrea Saporetti
on Luglio 01, 2015
Visite: 2762

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Sono cinque, ma potevano essere molte di più. Sono quelle principali, non le sole quindi. Sono le cinque più valide motivazioni per cui chi deve affittare un immobile, anziché affidarsi ad un mediatore che si occupa di vendite e solo occasionalmente di locazioni, potrà trovare più conveniente che scelga chi dell'affitto fa la propria professione, ogni giorno.

 

Chi fra noi si è trovato a dover affittare un immobile di proprietà se lo è chiesto. Quale agente immobiliare sarà il più valido per supportarmi? Con quale farò prima ad affittare ad un buon prezzo? Quale avrà una maggiore conoscenza delle normative sull'affitto e mi saprà aiutare a gestire tutto?

Così come, al contrario, chi fra noi si è trovato a cercare una casa dove trasferirsi in affitto, dopo la classica ricerca su un bel portale immobiliare, confrontando i diversi annunci disponibili, si è posto il dubbio. L'agente immobiliare che contatterò sarà trasparente nel presentarmi l'immobile? Conoscerà bene le normative e mi farà un contratto come si deve, senza clausole capestro che mi svantaggino pur di accontentare il proprietario? Mi darà una consulenza continuativa se ci saranno vicissitudini legate al mio affitto, man mano?

 

Ogni agente immobiliare è un professionista a se stante, con le proprie abilità, le proprie doti, i propri valori, il proprio stile. L'articolo parte da questo presupposto.
Parte, ma non si ferma a questo presupposto. Perché vuole riflettere sul valore aggiunto della specializzazione dell'agente immobiliare nel settore dell'affitto e sui vantaggi che un cliente può trovare, rivolgendosi a chi fa dell'affitto il proprio pane quotidiano, anziché un semplice spuntino per tappare i buchi della fame che di tanto in tanto possono venire a chi ha mangiato poco.

 

2015 07 5 buone ragioni per preferire un agente immobiliare specializzato nell affitto

1) Il tempo è denaro: affittare più velocemente significa guadagnare di più


Un agente immobiliare formato, specializzato e strutturato per gestire al meglio gli affitti è il miglior antidoto contro il cosiddetto "turismo immobiliare". A quanti proprietari sarà capitato di vedere casa propria frequentata da numerosi visitatori, potenzialmente interessati ma – in fine dei conti – non concretamente intenzionati ad affittare l'immobile?
Ebbene: la vostra casa non è il Louvre. La vostra casa va affittata, e prima è meglio. Perché stare con l'appartamento sfitto significa non guadagnare. E se, facciamo l'esempio di un canone da 500€, la tenete sfitta per 6 mesi anziché soli 2 mesi, significa che in un anno vi state giocando 2.000€ di reddito. Duemila euro...
La velocità di affitto fa la differenza, eccome. E l'agente specializzato sa consigliare al meglio il proprietario sul canone più adatto alle condizioni di mercato e alle condizioni dell'immobile. Un agente che fa un affitto ogni tanto conosce poco il mercato ed è probabile che, pur di avere disponibilità di offerte immobiliari, assuma incarichi per affittare immobili anche a prezzi fuori mercato. Di fatto, tappezzando la vetrina di annunci che, probabilmente, rimarranno appesi fino ad ingiallimento della foglio sul quale sono stati stampati.

Ebbene, l'agente immobiliare specializzato nelle locazioni non ci pensa nemmeno. Acquisisce con qualità e al giusto prezzo. Non ha bisogno di tappezzare la propria vetrina. Non gli serve prendere incarichi di affitto da proprietari sperando che prima o poi passi qualcuno che, un po' per miracolo, gli chieda quell'appartamento. Prende immobili a condizioni che gli permetteranno di chiudere velocemente e bene la trattativa.
Non a caso, le statistiche 2014 del franchising Solo Affitti sulle tempistiche medie necessarie per affittare una abitazione in una grande città segnalano un tempo medio pari a 2,5 mesi, di ben 1,5 mesi inferiore rispetto all'analoga rilevazione fatta sull'intero mercato dalla società di studi economici Nomisma (4,0 mesi come media).
Un agente che modelli la sua agenzia sul business dell'affitto e che passi l'intera sua giornata a cercare di affittare gli immobili e a rispondere alle richieste di locazione che gli giungono, può fare davvero la differenza.

 

2) Il vero agente immobiliare si vede (anche) nel momento del contratto d'affitto


Siamo abituati a pensare all'agente immobiliare come un ottimo commerciale. Un imbonitore che, con la sua parlantina, venderebbe ghiaccio agli eschimesi anche senza sapere bene cosa sta vendendo.
Ecco, trovarsi davanti un soggetto di questo genere è possibile anche nel mondo dell'affitto. Anzi, perdonatemi, probabile.
L'agente immobiliare non specializzato, che gestisce un affitto quando non ha ricavato abbastanza dall'attività di vendita mensile, non mastica la normativa della locazione così di frequente. E, a meno di sue letture serali dedicate alle intricate normative locatizie, conoscerà i fondamentali e si affiderà per lo più a format contrattuali prestampati, arrangiandoli sulla base delle esigenze (senza, talvolta, conoscere le opportunità e i vincoli che la legge prevede).
Nel migliore dei casi, quindi, dando da mangiare ai propri clienti la stessa minestra, a prescindere dai gusti di ciascuno e dalle possibili ricette che si potrebbero preparare; nel peggiore dei casi, preparando piatti disgustosi, orribili al gusto oppure, pur gustosi, indigeribili in un secondo momento.
Gli ingredienti in gioco nell'affitto sono molti e molto complessi da maneggiare, ciascuno con proprie specificità: ogni tipologia di contratto ha obiettivi, durate, vincoli, obbligazioni, diritti e doveri propri.
Trovare un agente immobiliare che li conosca e sappia consigliare al meglio proprietario e inquilino, grazie alla propria specializzazione, è la miglior garanzia. Come si dice di solito? Patti chiari, amicizia lunga!

 

3) Servizi accessori all'affitto studiati per le esigenze specifiche di questo mondo


Pensare che l'agente immobiliare oggi sia solo un mediatore immobiliare è riduttivo. Format televisivi americani ci insegnano che l'agente immobiliare è il caposquadra di un team di professionisti che ti risolverà l'esigenza abitativa al meglio.
Nel mondo dell'affitto, un servizio a 360° è ormai una richiesta esplicita di molti proprietari o inquilini. E, anche quando non esplicita, è il vero valore aggiunto.
L'home staging si sta diffondendo a macchia d'olio nelle abitudini immobiliari anche del nostro paese. L'intermediazione di servizi assicurativi (pensiamo alle garanzie sull'affitto) sono un plus fondamentale per molti proprietari. Così come è un limite ormai ritenuto anacronistico il gestire solo l'affitto residenziale "classico", senza avere a disposizione alternative che segmenti specifici del mercato richiedono: dall'affitto con riscatto all'affitto di immobili per le aziende.
Un agente immobiliare che sappia fornire tutto questo, adattato al mondo della locazione, è raro da trovare. Servono convenzioni, conoscenze, impegno e selezione delle opportunità di mercato, per trovare l'alternativa migliore per il cliente.
Un mediatore che gestisca qualche affitto ogni tanto non può avere tempo, conoscenza specifica dei mercati contigui all'affitto e, soprattutto, interesse a fare questo tipo di ricerca a favore della propria clientela.
Un agente immobiliare specializzato nell'affitto, invece, sì. Ecco la differenza.

 

4) L'abitudine di esserci, anche dopo che il contratto d'affitto è stato firmato


Non ci si sta riferendo solo alla registrazione del contratto di locazione, una volta stipulato. Che, per inciso, molti agenti immobiliari non specializzati, vedendola come un'inutile burocrazia, demandano al cliente (qualcuno direbbe "fregandosene").
Il post-vendita a cui ci si riferisce è altro. È consulenza fiscale, continuativa. È assistenza contrattuale in caso di subentro di un nuovo inquilino, o di risoluzione anticipata del contratto. È fornire il punto di vista di un esperto competente nel settore, in caso di controversia tra locatore e conduttore, cosa molto frequente nel mondo dell'affitto. Solo per fare un esempio di quanto queste esigenze siano fondamentali nell'affitto, provate a controllare a questo link quante domande vengono poste al nostro esperto di Solo Affitti su tematiche relative alla locazione nei soli primi 10 articoli più commentati dai nostri lettori: 3.500...
Sì, perché chi per lo più gestisce compravendite se ne intende poco di tutto questo. E, ad essere onesti, nella gran parte dei casi vedrà tutte queste esigenze, richieste e consulenze come una inutile scocciatura.
Semplicemente, perché è abituato –nella compravendita– ad operare in questo modo: si assiste il cliente fino al rogito. Poi, pur con le doverose diverse sfumature dovute allo stile e al modus operandi di ciascuno, "chi si è visto si è visto".
L'agente immobiliare specializzato nell'affitto è abituato a tutto questo. E ne fa il suo cavallo di battaglia. È il suo lavoro, e sa che saper essere un supporto costante alla clientela anche dopo il contratto farà sì che quella clientela lo ritenga, anche per la futura locazione, il proprio punto di riferimento.
Come dicevamo: l'importanza di esserci, sempre!

 

5) Un cliente fedele è un cliente che ritorna: nell'affitto più che altrove


È insita al mondo della locazione una ciclicità costante.
Lo dicono, nuovamente, le statistiche di Solo Affitti: la durata media di un affitto residenziale in Italia è di circa 25,5 mesi. Poco più di due anni.
L'agente immobiliare fa di questo il proprio punto di forza: avere una clientela fedele vuol dire avere di nuovo un affare concluso mediamente fra due anni, e poi fra quattro, e poi fra sei, etc.
Lo stereotipo dell'agente immobiliare classico è quello del "furbetto del quartierino", che incontrerai una volta nella vita per comprare o vendere casa e che – sapendolo benissimo! – potrebbe non farsi alcuno scrupolo particolare nella gestione del tuo bisogno immobiliare "una tantum".
La premessa di prima, importante, ritorna: l'onestà e la trasparenza sono doti radicate in modo diverso in ciascuno di noi. Ciò su cui si riflette qui è un fattore di sistema: chi è abituato a gestire affari "una tantum" sarà più incentivato a cercare di trarre il massimo profitto dalla situazione momentanea, anche se questo potrebbe richiedere una trasparenza minore del dovuto. La cosiddetta "teoria dei giochi" lo dice!
L'agente che si occupa di affitti è abituato a vedere il proprio lavoro come un ciclo: la persona che ho davanti oggi me la troverò nuovamente davanti fra alcuni mesi, se sarò bravo.
Tornando alla teoria dei giochi, di cui si diceva: l'opportunismo si riduce o sparisce se la situazione, anziché essere sporadica, diviene ripetuta nel tempo. Al di là della morale individuale, il sapere, io agente immobiliare specializzato, che con te farò affari oggi, così come fra un po', così come fra un altro po', etc., fa sì che la natura delle cose mi spinga a non "sgarrare".
Insomma: nell'affitto molto più che nella vendita, l'esigenza dell'agente immobiliare di fidelizzare nel tempo il cliente è la migliore tutela per il cliente stesso.

Presentazione Autore
Andrea Saporetti

Laureato in economia, da sempre interessato a qualsiasi cosa sia misurabile. L'innata passione per la statistica e lo stile descrittivo a metà tra il magniloquente ed il prolisso fanno di lui il blogger più alternativo dell'ultimo decennio. L'impegno nel volontariato e la passione per la letteratura russa completano la sua immagine giovane e dinamica.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016
Canoni di affitto a due velocità tra nord e sud. Va forte l’abbinamento tra cedolare secca e canone concordato. In aumento chi si...
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Affitto, la checklist del bravo agente immobiliareAffitto, la checklist del bravo agente immobiliare
Cosa significa qualità del servizio per un’agenzia immobiliare che si occupa di affitti, in 10 semplici regole   Le 10 regole d&...
Negozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commercialiNegozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commerciali
Cali importanti nei prezzi delle locazioni commerciali, frutto della ridotta richiesta di negozi in affitto che la crisi economica ha portato con s&...
Deposito cauzionale, un confronto a livello europeo sul valore della più comune garanzia per l’affittoDeposito cauzionale, un confronto a livello europeo sul valore della più comune garanzia per l’affitto
Paese per paese, un’analisi di quanto in Europa viene richiesto all’inquilino a titolo di cauzione per i danni a immobile e arredi, ma...