Cerca

Vivere in affitto? Roba da giovani. In Italia oltre un inquilino su due è under 35

by Andrea Saporetti
on Dicembre 16, 2014
Visite: 1351

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Si può anche andare in discoteca a cinquant'anni o leggere il Sole 24 Ore a vent'anni, ma probabilmente è meglio invertire le due cose, per viverle entrambe nel modo migliore. Ma quando è l'età giusta per andare in affitto? Ce lo siamo chiesti e ci siamo dati una risposta, grazie alle statistiche del franchising Solo Affitti. Ne risulta un profilo piuttosto giovane, con situazioni variegate tra le diverse città d'Italia. E non si tratta solo di studenti universitari.

 

 

Si avvicina il tuo compleanno. Rifletti sul fatto che l'età avanza inesorabilmente, vedi quell'argento tra i capelli di cui Massimo Ranieri ti parlava nelle sue canzoni e che fino a qualche anno fa sentivi così lontano, percepisci la potente verità della frase di Eraclito "tutto scorre".

 

Tralasciando citazioni pescate dalla filosofia e dalle canzonette, si avvicina il tuo compleanno e pensi che esiste un'età per tutto.

Un'età per lo studio, una per il lavoro, una per la pensione. Un'età per uscire con gli amici a ballare, una per andare fuori a cena, una per guardare Carlo Conti in prima serata. Un'età per fidanzarsi, una per sposarsi, una per fare figli e una per divorziare (sic!).

Ma esiste un'età per vivere in affitto?

 

Per dare una risposta a questa domanda facciamo nostri i dati di recente diffusi dall'Ufficio Studi della rete immobiliare Solo Affitti, che ha raccolto dalle proprie agenzie delle città capoluogo di regione informazioni circa il profilo dell'inquilino. Che fascia d'età risulta avere chi va in affitto?

2014-12 Vivere in affitto Roba da giovani In Italia oltre un inquilino su due è under 35

L'inquilino è in maggioranza giovane. Bella parola, giovane...ma cosa intendiamo?

 

Se con giovane intendiamo chi è under 25 (che, visto l'imminente trentesimo compleanno, definirei giovanissimo!), allora circa un 15% degli inquilini risultano giovani.

Dato sul quale incide in maniera evidente la presenza di facoltà universitarie: spiccano infatti città a forte vocazione universitaria. Oltre a Milano, infatti, compaiono nell'elenco delle realtà con valori superiori rispetto alla media generale città come Bologna, Trieste, Firenze, Perugia, Catanzaro e Cagliari. La presenza di un ateneo senz'altro contribuisce a ringiovanire la popolazione che vive in affitto.

 

Ma passiamo ad un concetto un po' più esteso, sia come limite anagrafico che come categoria sociale che può farvi parte. Consideriamo giovani (e concordo pienamente con questa seconda definizione, per l'evidente conflitto di interessi) gli under 35.

Tra costoro faranno certo parte molti studenti universitari. Ma, oltre a questi, vengono considerati anche tanti individui che si spostano per lavoro in altre città, oppure ragazzi o ragazze single, che "vanno a vivere da soli" e che preferiscono l'affitto all'acquisto di un'abitazione. Inoltre, diverse famiglie saranno ricomprese in questo novero, così come coppie che sperimentano una convivenza. Una serie di tipologie sociali senz'altro più variegata rispetto agli under 25, che può quindi essere considerata più interessante dal nostro punto di vista.

 

In questa seconda accezione, è possibile certamente affermare che l'affitto è "roba da giovani", come lo slang del titolo dell'articolo suggerisce. Sono infatti oltre la metà degli inquilini di Solo Affitti (e precisamente il 54,9% del totale dei conduttori) ad avere meno di 35 anni. Con punte in alcune delle città universitarie viste (Milano, Bologna, Perugia, Catanzaro), ma anche in altre come Bari e Venezia.

Sono questi i centri urbani dove l'affitto è, ancor più che altrove, un fenomeno giovane e legato ad un modo di vivere adatto ai ritmi di una grande città, sempre in movimento e sempre pronta ad offrire nuove opportunità.

Presentazione Autore
Andrea Saporetti

Laureato in economia, da sempre interessato a qualsiasi cosa sia misurabile. L'innata passione per la statistica e lo stile descrittivo a metà tra il magniloquente ed il prolisso fanno di lui il blogger più alternativo dell'ultimo decennio. L'impegno nel volontariato e la passione per la letteratura russa completano la sua immagine giovane e dinamica.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016
Canoni di affitto a due velocità tra nord e sud. Va forte l’abbinamento tra cedolare secca e canone concordato. In aumento chi si...
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Affitto, la checklist del bravo agente immobiliareAffitto, la checklist del bravo agente immobiliare
Cosa significa qualità del servizio per un’agenzia immobiliare che si occupa di affitti, in 10 semplici regole   Le 10 regole d&...
Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.
La prima scelta per chi decide di aprire un'attività è quella di selezionare la location giusta e adatta. Il sogno di aprire nella "via...
Negozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commercialiNegozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commerciali
Cali importanti nei prezzi delle locazioni commerciali, frutto della ridotta richiesta di negozi in affitto che la crisi economica ha portato con s&...