Cerca

Offrire servizi gratis? Ora è lecito

by Alberto Bombarda
on Dicembre 04, 2015
Visite: 560

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il professionista come un agente immobiliare può legittimamente prestare servizi professionali a parenti ed amici senza chiedere di essere pagato e senza essere passibile di accertamento. L’ha stabilito la Cassazione, con la sentenza 21972/2015, depositata il 28 ottobre scorso.

 

Quante volte capita a noi agenti immobiliari di prestare il servizio ad amici o parenti che hanno bisogno anche solo di registrare o risolvere un contratto, di una semplice consulenza oppure della nostra intermediazione per affittare un loro immobile? E ci sono diversi casi nei quali proprio non ci sentiamo di farci pagare, considerando appunto il vincolo di parentela o amicizia che ci lega ma anche per incentivare le pubbliche relazioni. Fino al 28 ottobre scorso però c’era obbligo di fatturare comunque, pena la passibilità di accertamento.

La svolta di questa situazione d’impasse è arrivata dalla Cassazione, con la sentenza 21972/2015, depositata il 28 ottobre, che ha respinto il ricorso presentato dall’Ufficio delle Entrate contro la sentenza della Ctr Campania, n. 92/29/2008, depositata il 7 maggio. L’ufficio, nel 2005, aveva emesso un accertamento relativo al 2001, chiedendo imposte, sanzioni e interessi, in quanto un professionista, esercente l'attività di consulente fiscale, non aveva emesso fatture a 72 clienti per prestazioni che aveva effettuato gratuitamente. Per l'Ufficio, invece, era impossibile che il professionista effettuasse le prestazioni senza chiedere alcun compenso.

I giudici di primo grado avevano dato ragione all'Ufficio, ed il contribuente ha proposto appello accolto in quanto i giudici di secondo grado hanno sostenuto che, a fronte di una corretta contabilità tenuta dal contribuente congrua e coerente, è giustificata l’asserita gratuità dell’opera svolta in favore di 72 soggetti, peraltro indicati dallo stesso professionista, in considerazione dei rapporti di parentela e di amicizia con gli stessi, nonché del fatto che il 70% di tali soggetti sono soci di società di persone, la cui contabilità è affidata allo stesso professionista, con la conseguenza che l’eventuale compenso rientra in quello corrisposto dalla società di appartenenza. Inoltre, la prestazione gratuita è giustificata dall’accertata circostanza che l’attività svolta in loro favore riguardava solo l’invio telematico delle dichiarazioni dei redditi ed era finalizzata “all’incremento della clientela”.

 

Si è arrivati così in Cassazione su ricorso dell’Ufficio che conferma la decisione dei giudici di secondo grado che hanno accolto le ragioni del professionista. Secondo la Corte, a fronte delle mere supposizioni dell’Ufficio, è da ritenere plausibile «la gratuità dell'opera svolta dal professionista, in considerazione dei rapporti di clientela e di amicizia con gli stessi clienti, nonché del fatto che il 70% di tali soggetti risultano soci di società di persone, la cui contabilità è affidata alle cure del contribuente, per cui ogni eventuale compenso rientra in quello corrisposto dalla società di appartenenza e della circostanza, accertata oltre che pacifica, che l'attività svolta in loro favore riguardava soltanto l'invio telematico delle dichiarazioni dei redditi ed era finalizzata all'incremento della clientela, cosicché la semplicità della prestazione in sé rende verosimile l'assunto del contribuente circa la sua gratuità».

Presentazione Autore
Alberto Bombarda

Una vita da giornalista e comunicatore e adesso affitto case... Da quel lontano 31 agosto 1966 quando vidi la luce a Modena, sotto i ponti della mia vita, in sintesi, è passata una laurea in Scienze politiche nel 1993, un master in Comunicazione d'azienda nel 1995, un esame da giornalista professionista a Roma nel 2000, migliaia di firme tra Il Resto del Carlino, Gazzetta di Modena e anche Gazzetta dello Sport, una moglie, due figli e un'agenzia immobiliare. Un vero globe-blogger...


Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati