Cerca

Non chiamateli complementi d'arredo!

by Redazione BlogAffitto
on Marzo 09, 2016
Visite: 2870

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Affitto a prima vista la nuova formula magica

Questo articolo nasce da una riflessione, balenatami in testa in treno, al termine di un corso di Affitto a prima vista: cosa sono gli oggetti che utilizziamo nell'home staging, o meglio quale significato hanno e cosa possono diventare? Riguardavo quella foto scattata poche ore prima, è la foto che vedete qui a fianco: un concentrato di oggetti, un concentrato di energia!

La foto è stata scattata a Milano, il materiale era stato disposto nel salottino dell'agenzia per poter essere scelto e utilizzato dai corsisti durante la lezione di allestimento. Man mano che gli oggetti venivano disposti accuratamente, sembrava prender forma una composizione quasi magica, un po' come la scena de "La spada nella Roccia" quando Mago Merlino mette in valigia la sua intera casa. "Higitus Figitus" è la formula magica, gli oggettti prendono vita ed entrano con ordine in valigia. E qual è la formula magica per affittare (o vendere) casa?

Come si può trasformare dei semplici oggetti in alleati? O meglio, come può un oggetto comunicare valore ad un intero immobile? Chiaramente, come spesso accade, la magia è il frutto di studio e professionalità. La scelta e la collocazione degli oggetti è fondamentale. Facciamo qualche esempio:

- un oroglogio retrò: certamente lo eviterò come la peste se sono in un contesto giovane e di design, ma sarà perfetto per dare l'idea del tempo che si ferma e ci protegge in un caldo soggiorno materno.

- una scatola piena di chicchi di caffé: alzi la mano chi non associa l'odore del caffé al "Buongiorno!". In cucina, come tocco apparentemente incurante e poi, in visita magari lo apriamo e lasciamo che sprigioni il suo famigliare aroma di sole.

- fiori, fiori, fiori: amiamo riceverli, comprarli al mercato se abbiamo ospiti. I fiori racchiudono un universo intero di emozioni. proprio per questo meglio non abusarne, ma un uso sapiente può fare di una casa la nostra casa.

- una mug: quando ero piccola c'erano le tazze, ora ci sono le mug, quelle da cui sorseggi la tisana leggendo sul divano, o in cui la tua dolce metà ti porta la colazione a letto. L'home stager la posizione al millimetro e il potenziale inquilino la percepisce come se fosse stata appena appoggiata dalla persona che ama. Se non è magia questa!

- coperte e cuscini: il letto è il nostro rifugio, il luogo della passione e del riposo, quello in cui portiamo le nostre conquiste o concepiamo i figli, insomma, un luogo sacro della casa. Anche qui nulla è dovuto al caso, la mamma che allatta probabilmente non è attratta dal letto alestito per piacere ad un manager single. Ma non c'è problema, perché non si allestisce nulla senza aver studiato bene il target e quindi ad ognuno il suo letto. Caldo, semplice o peccaminoso che sia!

Affitto a prima vista, quindi, è una formula magica? Direi proprio di sì. E come tutte le formule è in mano a pochi e si conquista con studio e dedizione. Ma poi... che soddisfazione!

2016 03 03 09.26.41 1200

 

 

Presentazione Autore
Redazione BlogAffitto
Author: Redazione BlogAffitto

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto