Cerca

Dichiarazione Irpef 2016: quanto pago per la seconda casa sfitta?

Dipende da dove si trova!


Potrebbe sembrare una risposta provocatoria, ma in realtà è la pura verità. Ovvero, quanto un proprietario deve dichiarare, ai fini della dichiarazione dei redditi, dipende fondamentalmente dal fatto che questa casa si trovi o meno nello stesso comune in cui si trova l’abitazione principale, la prima casa di proprietà. Si aprono, pertanto, numerosi variabili nella casistica in cui, oltre alla prima casa in cui si vive, si è proprietari di altre immobili. Quanto dichiarare tiene conto di numerose variabili e dell’incrocio tra le stesse. Proviamo a costruire una breve e semplice mappa, per sentirsi un po’ meno spaesati tra le pagine (cartaceo o virtuali) della nostra dichiarazione dei redditi.

Leggi tutto

Quanto e quando conviene la cedolare secca? Una guida per punti per una scelta consapevole.

Siamo nel periodo caldo delle dichiarazione dei redditi e oggi più che mai i proprietari di immobili concessi in affitto si fanno i conti in tasca e cercano di capire esattamente quanto peserà, in termini di tasse, il loro investimento (bene concesso in locazione) e se la scelta relativa al regime fiscale, IRPEF o cedolare secca, sia la scelta giusta. E se non fosse così, se la scelta non fosse quella giusta, posso ancora cambiare idea?

Leggi tutto

Cedolare secca, sono sempre di più i proprietari a basso reddito a sceglierla per l’affitto

Che la crescita della cedolare secca e del numero di contratti di affitto in Italia siano fenomeni tra loro correlati è ormai chiaro. La cedolare, unitamente alla crisi delle compravendite, incentiva sempre più proprietari a scegliere l'affitto, così come i proprietari che scelgono di affittare la propria seconda casa quasi lo fanno con l'opzione per la cedolare secca su quel reddito. Uno studio del Sole 24 Ore evidenzia come, se la cedolare aveva subito fatto breccia tra i proprietari più facoltosi, sempre più risulti essere la soluzione fiscale preferita anche dai proprietari con fascia di reddito inferiore.

 

Leggi tutto

Sblocca-Italia: niente ripartenza dell’immobiliare senza sgravi Imu su seconde case

Decreto Sblocca-Italia. Obiettivo dichiarato: far ripartire le costruzioni e le compravendite di case. Come ottenere questo risultato? Prevedendo importanti sgravi Irpef in caso di acquisto di una abitazione con livelli elevati di efficienza energetica, da concedere in affitto per otto anni a canone concordato. Ma gli italiani credono che questo provvedimento possa servire a far ripartire il settore immobiliare? Ecco gli esiti del sondaggio di Blogaffitto!

Leggi tutto

Sblocca-Italia, agevolazioni a chi acquista o costruisce casa per affittarla. Diamo i numeri!

Il Decreto Sblocca-Italia, di recente pubblicato in Gazzetta Ufficiale, grazie a consistenti agevolazioni fiscali per chi decide di comprare o costruire una casa per metterla in affitto a canone concordato, potrebbe avere due possibili benefici effetti. Innanzitutto, ridare stimolo alle compravendite, mai stagnanti come in questi ultimi anni; inoltre, permettere a tanti inquilini di accedere al mercato della locazione ad un prezzo calmierato. Vediamo insieme i numeri del provvedimento.

Leggi tutto

Tre scadenze diverse per il pagamento della Tasi, il Dl Irpef risolve il caos date.

Le commissioni Bilancio e Finanze del Senato chiudono l'esame del Dl Irpef che contiene fra le altre cose l'emendamento utile a far slittare il pagamento della Tasi da giugno a ottobre per i Comuni che non hanno ancora deliberato l'aliquota. Ecco le ultimissime decisioni per le amministrazioni ritardatarie.

Leggi tutto

Dichiarazione dei redditi 2014, come funzionano le detrazioni per le spese legate alla casa? Part. I

L'Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti su varie questioni interpretative riguardanti gli oneri deducibili e detraibili in sede di dichiarazione dei redditi 2014. Quali sono i casi di sostituzione dell'Imu all'Irpef? Il reddito di un immobile adibito ad abitazione principale concorre alla formazione della base imponibile Imu? E i canoni di affitto non riscossi vanno comunque dichiarati?

Leggi tutto

Irpef o cedolare secca: cosa conviene? Facciamo un esempio.

Dopo aver provato a calcolare un esempio di canone concordato, prendendo come modello un preciso immobile ed uno specifico accordo territoriale, proviamo ora a fare un po' i calcoli in tasca e fare un po' di esempi sul guadagno che il nostro lettore potrebbe ricavare a seconda della tipologia di contratto stipulato e soprattutto del regime fiscale che decide di applicare al reddito da locazione.

Leggi tutto

Bonus mobili e grandi elettrodomestici, torna il tetto pari alle spese di ristrutturazione.

Il Piano Casa approvato appena due settimane fa dal Consiglio dei Ministri prevedeva la reintegrazione del bonus mobili con un tetto massimo di 10 mila euro, senza considerare la spesa per la ristrutturazione della casa. Ora questa norma blocca la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell'intero decreto.

Leggi tutto

Irpef prima casa, i chiarimenti per chi ha pagato, o non ha pagato, l'Imu nel 2013.

Con il provvedimento 34411 del 10 marzo 2014, l'Agenzia delle Entrate ha approvato alcune modifiche al modello 730/2014 per la dichiarazione dei redditi 2014: chi ha pagato la cosiddetta mini-Imu a gennaio sulle prime abitazioni non dovrà versare Irpef e addizionali per il relativo immobile.

Leggi tutto

Dubbi su uno sfratto per morosità: se l’inquilino non paga le spese condominiali?

Spesso quando l'inquilino smette di pagare il canone di locazione, a questa morosità si aggiunge quella del mancato versamento delle spese condominiali di sua competenza. Come comportarsi in questo caso? E se la morosità fosse legata alla solo inadempienza condominiale? Sarebbe possibile anche in questo caso parlare di morosità? E a livello fiscale come deve comportarsi il proprietario?

Leggi tutto

Opzione cedolare secca per un contratto in corso: come e quando?

Abbiamo sempre parlato, nel momento della stipula di un nuovo contratto ad uso abitativo, del fatto che il proprietario possa fare una libera scelta (dettata dalla convenienza) su come tassare il reddito che deriva dai canoni d'affitto: tra il classico regime Irpef e quello della cedolare secca. Ma per chi ha già un contratto in essere e vuole cambiare regime fiscale, quali obblighi deve rispettare? Ci sono delle tempistiche da rispettare?

Leggi tutto

730/2014, ecco le novità per proprietari e inquilini.

Il modello 730/2014, approvato dall'Agenzia delle Entrate con un provvedimento del 15 gennaio scorso, presenta quest'anno alcune importanti novità anche per chi ha una casa in affitto. Fra queste ricordiamo le detrazioni delle spese relative ad interventi di ristrutturazione, la riduzione dell'aliquota per la cedolare secca e quella forfettaria del canone soggetto a tassazione ordinaria.

Leggi tutto

2014, tutte le novità fiscali per la casa.

Se il 2012 è stato l'anno dell'Imu e il 2013 quello delle riforme, in particolar modo per ciò che riguarda la tassazione immobiliare, il 2014 sarà l'anno in cui queste nuove tasse faranno la loro prima apparizione. Vediamo allora quali sono le novità fiscali che ci attendono nei prossimi mesi.

Leggi tutto

Irpef, l’alter ego della cedolare! Come, quanto e quando versare se si sceglie di optare ancora per il regime Irpef?

Oramai sono sempre di più i proprietari italiani che, dopo oltre due anni dall'entrata in vigore, preferiscono optare per la cedolare secca, abbandonando la vecchia tassazione Irpef con cui fino a quel momento avevano tassato i redditi derivanti dall'affitto.
Infatti, specifichiamo che la cedolare secca è un regime impositivo alternativo all'Irpef e facoltativo. Facoltativo, in realtà, ma solo per i contratti ad uso abitativo stipulati tra privati. Quindi per chi, nonostante la convenienza della cedolare, decide di rimanere in regime Irpef e per tutti quelli che non hanno alternative, proviamo a fare i conti per capire quali cifre dichiarare, eventuali obblighi e riduzioni.

Leggi tutto

Decreto Lupi, da qui riparte il mercato degli affitti.

Sono circa undici gli articoli contenuti nel decreto Lupi per rilanciare il mercato degli affitti. Fra le norme di maggior impatto, la cedolare al 10%, un piano di dismissione degli alloggi sociali e le detrazioni Irpef pressochè triplicate. Resta in sospeso, come sempre, il nodo coperture.

Leggi tutto

Contratti concordati al 15%, vola la cedolare secca

Sono ormai circa i due terzi del totale dei proprietari di immobili in affitto, quelli che preferiscono assoggettare i redditi da locazione percepiti alla cedolare secca, rispetto all'aliquota marginale IRPEF del proprio scaglione di riferimento. E, secondo quanto emerge da uno studio del franchising Solo Affitti, la nuova aliquota agevolata del 15% per i contratti di locazione a canone concordato, è destinata a far crescere ancora di più nel 2014 il numero di locatori che decideranno di abbandonare l'Irpef per passare all'aliquota fissa.

Leggi tutto

Cedolare secca: obbligatoria per tutti i contratti dello stesso proprietario?

Il regime alternativo con cui i proprietari possono tassare i redditi percepiti dall'affitto mensile risulta sempre più convenientee quindi suscita sempre più interesse. La domanda di questo nostro lettore è quella che spesso il proprietario di più immobili o di più contratti per lo stesso appartamento si fa: la scelta della cedolare su di un immobile o su un contratto mi vincola per gli altri immobili o le altre porzioni di esso?

Leggi tutto

Torna l'Irpef sulle seconde case sfitte.

Nella bozza della Legge di Stabilità spunta anche il ritorno dell'Irpef sul reddito fondiario per immobili non locati, un esercito di 6,55 milioni di seconde case.

Leggi tutto

Irpef su seconde case sfitte: nulla di fatto.

Caso Imu: chiuso. Il decreto sull'abolizione dell'imposta municipale unica è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 31 agosto, ultimo giorno disponibile prima che scattasse la clausola di salvaguardia inserita nella proroga. Intanto il Governo smentisce il ritorno dell'Irpef sulle case sfitte.

Leggi tutto

Tre proposte per rilanciare gli affitti.

Mentre il Paese si chiede che ne sarà dell'Imu (e del Governo), l'esecutivo sta lavorando a una serie di modifiche per rilanciare gli affitti. Oltre alla riformulazione della tassa sulla casa, due sono le proposte al vaglio: il ripristino della deduzione Irpef pre Fornero e la rimodulazione in chiave semplificata della cedolare secca.

Leggi tutto

Cedolare secca, opzione preferita da chi affitta più immobili

L'analisi di recente effettuata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze conferma che un regime impositivo come la cedolare secca è fondamentale se si vuole attrarre verso l'affitto i proprietari di più unità immobiliari. In assenza della flat tax sulle locazioni, la loro scelta rischierebbe di spostarsi sul guadagno da realizzo: meno immobili disponibili in affitto sul mercato, prezzi più alti per gli inquilini. In epoca di riflessione sulla fiscalità del settore immobiliare la domanda è: quale politica abitativa potrebbe prescindere dalla cedolare secca sugli affitti, oggi?

Leggi tutto

Sfratti: quali tasse sui canoni non ricevuti?

In prossimità della dichiarazione dei redditi un proprietario ci chiede come deve comportarsi rispetto ai canoni mensili che non ha percepito. Infatti questo proprietario ha in corso una causa di sfratto per morosità per liberare il suo immobile dall'inquilino che non paga regolarmente da mesi. In sostanza, deve pagare le tasse anche su quanto non ha guadagnato?

Leggi tutto

Canoni bassi e cedolare secca: la ricetta anti-crisi parte dagli affitti.

Della serie "Meglio un canone basso oggi, che un inquilino moroso domani": sembra essere questa la ricetta anti-crisi dei proprietari italiani, che preferiscono abbassare il prezzo degli affitti a fronte di una solvenza più sicura. E a giocare un ruolo fondamentale concorre anche la cedolare secca, che sta conquistando sempre più adesioni fra i proprietari.

Leggi tutto

Cedolare secca, si può davvero parlare di flop?

La cedolare secca ha fatto flop: l'allarme è lanciato dalla Cgia di Mestre, che stima in quasi un milione gli affitti non dichiarati, con una perdita per l'Erario che ammonta a 5 miliardi di euro. Ma si può parlare davvero di flop? I dubbi restano tanti, a partire dal fatto che il nero, per definizione, non è quantificabile.

Leggi tutto

Cedolare secca: la guida completa per utilizzarla correttamente - Parte II

Seconda parte della guida completa all'utilizzo corretto della cedolare secca: come richiederla e quali vantaggi fiscali offre ai prorpeitari. E soprattutto, quale risparmio per chi la sceglie?

Leggi tutto

Cedolare secca: la guida completa per utilizzarla correttamente - Parte I

Dopo essere stata messa in ombra dall'entrata in vigore dell'IMU, la Cedolare Secca riconquista le prime pagine, per effetto di una nuova Circolare dell'Agenzia delle Entrate (n.47/E del 21 dicembre) che chiarisce gli ultimi dubbi in materia.

Per chiarirli tutti definitivamente ed avere perfetta padronanza di questa nuovo regime impositivo, vi offriamo una guida semplice, efficace e completa.

Leggi tutto

730 2013, in arrivo novità per l'immobiliare

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul suo sito le bozze dei moduli e le istruzioni per la compilazione della dichiarazione dei redditi 2013. Ecco le novità presenti nel 730 su Imu, detrazioni per ristrutturazioni, risparmio energetico e locazioni.

Leggi tutto

Cedolare secca, risparmio garantito

Facile da calcolare, leggera per le tasche del proprietario, equa con il contribuente onesti: la cedolare secca in tre aggettivi. Il nero emerso è sotto le aspettative, ma per i tanti che l'hanno preferita è stata una vera rivoluzione. E il risparmio dal 2013 si moltiplica.

Leggi tutto

Flop della cedolare secca? Questione di punti di vista

Il gettito proveniente dalla cedolare secca risulta essere molto più basso delle aspettative, e sui giornali si parla di flop. Ma non è possibile che fossero le aspettative ad essere troppo alte?

Leggi tutto

Anche gli inquilini guadagnano!

Invece dei soliti conti in tasca ai proprietari, proviamo a capire come pagare un canone di locazione possa essere persino conveniente per alcuni particolari contribuenti.

Leggi tutto

Anche gli inquilini guadagnano old!

Invece dei soliti conti in tasca ai proprietari, proviamo a capire come pagare un canone di locazione possa essere persino conveniente per alcuni particolari contribuenti.

Leggi tutto

Affitti afflitti

Sindacati e operatori del settore dicono la loro sulla riduzione Irpef prevista dalla Legge di stabilità.

Leggi tutto

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto