Cerca

Contratto transitorio: veloce e ricercato. Una breve guida per conoscerlo meglio.

Il contratto d’affitto transitorio, meglio noto come contratto breve, è oggetto di molte richieste di approfondimento che riceviamo quotidianamente. Legarsi per 4 anni, la durata del contratto libero in Italia, spaventa evidentemente i proprietari, ma spesso ancor di più spaventa gli inquilini che si immaginano a breve già in altre case o per lo meno vogliono sentirsi liberi di spostarsi, cambiare vita e quindi casa. Nonostante sia possibile, a partire dalla legge di riforma delle locazioni, la 431 datata 1998, stipulare questa nuova tipologia di contratto, di fatto rimangono ancora molti dubbi sul come e quando un contratto transitorio sia regolare e quando no. E poi permane il più grande dei dubbi, che per qualcuno è diventata certezza: lo posso rinnovare?

Leggi tutto

Roma Capitale. Della lotta agli affitti in nero

Che l'affitto agli studenti universitari sia un bacino di evasione fiscale enorme in Italia è risaputo. Ma il dato che emerge dagli 847 controlli effettuati dalla Guardia di Finanza sugli affitti per studenti universitari a Roma è impressionante: solo nel 35% delle situazioni accertate risultava presente un contratto di locazione regolarmente registrato. Controlli e prevenzione: vediamo come Roma si sta attrezzando per porre un argine al fenomeno degli affitti in nero a studenti universitari fuori sede.

Leggi tutto

Affitto transitorio, a misura di lavoratore precario

Cerco casa in affitto per un anno. Ma perché in Italia gli affitti devono essere per forza di almeno quattro anni? Nell'epoca dei contratti di lavoro a tempo determinato, dei co.co.pro e dei "giovani precari" che smettono di essere giovani e continuano ad essere precari, l'affitto transitorio è senz'altro la soluzione ideale.

Leggi tutto

×
Rimani in contatto con noi