Cerca

Autore

Isabella Tulipano Google Plus

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.

una caparra o un eposito, cosa chiedere ad un inquilino

Acconto, deposito, pegno: similitudini e differenze.


Nel linguaggio comune spesso si usano dei termini come sinonimi, ma conoscendone esattamente il significato ci si rende conto che indicano, in realtà, situazioni differenti. Il più comune misunderstanding, d’altronde, risiede proprio nell’utilizzo di affitto e locazione. Anche noi per comodità e per maggiore chiarezza, dato che è lungamente più usato nel quotidiano, parliamo di affitti e non di locazioni anche in riferimento a case, negozi, ecc... Per essere precisi, infatti, l’affitto si riferisce non alle case o in generali ai beni immobili, ma ai beni produttivi, come sono i terreni o le aziende, ad esempio. Piccole “licenze” linguistiche che non generano particolari problemi, ma che potrebbero, invece, essere motivo di incomprensione nel caso di cauzione, deposito o caparra.

Leggi tutto Caparra, cauzione, garanzia: che differenza c’è per l’affitto?
quali tasse sui redditi da locazione breve

La tassazione sugli afffitti brevi e le multe per chi non è in regola.

In questa guida andremo ad affrontare la questione riguardante la tassazione degli affitti brevi e le sanzioni previste per chi non si attiene alle norme vigenti.
La locazione a breve termine, definita anche come affitto temporaneo, è una modalità di gestione della casa sostanzialmente opposta agli affitti tradizionali, prevedendo vincoli temporali molto rigidi per il beneficiario. Di fatto, consente di dare in locazione un appartamento o una singola stanza per periodi limitati inferiori ai 30 giorni e decisamente più corti rispetto ai 4 anni minimi per i contratti a canone libero. L'affitto temporaneo riguarda, per lo più, il mercato della ricettività turistica e qualunque proprietario privato lo può utilizzare, a patto che rispetti gli obblighi di legge o che non sia espressamente vietato dal regolamento condominiale.

Leggi tutto Affitti brevi: tasse da pagare e sanzioni per l'evasione.
Rivalutazione Istat sul canone di affittto

Rivalutazione Istat per casa in affitto

L’argomento è di quelli che fa discutere da lunghi anni, tra proprietari che vorrebbero guadagnare sempre di più dal loro immobile ed inquilini che magari iniziano a sentire quella casa sempre più “propria” e per questo sono anche disposti a spendere un po’ di più... ma non troppo!!
Di fatto dobbiamo dire che vi è, come sempre, una ratio nella legge: il costo della vita aumenta e per questo non possiamo isolare l’affitto dal resto dei costi. È proprio per questo motivo che l’aggiornamento del canone di affitto è legato agli indici Istat, ovvero ad un indice che prende in considerazione proprio i principali parametri dell’economia nazionale.

Leggi tutto Affitto: aggiornamento indice Istat 2019
evasione fiscale e affitti in nero quali conseguenze

Cosa rischia chi non dichiara i redditi da locazione.

Che gli italiani non siano un popolo particolarmente onesto e dedito alla pratica del pagamento delle tasse lo sappiamo bene e ognuno se ne lamenta, andando però ad attivare poi gli stessi meccanismi di evasione, mancato pagamento, dichiarazione falsa o parzialmente vera che ci permetta di risparmiare qualcosa a livello di tasse. L’ambito immobiliare si presta bene per questi piccoli trabocchetti e rappresenta uno dei settori in cui è più alta l’evasione fiscale. Chi rischia deve sapere bene, però, a cosa va incontro! Non per far terrorismo, ma per spiegare come i nuovi provvedimenti fiscali rappresentino occasioni interessanti per pagare meno tasse, guadagnare di più, in trasparenza!

Leggi tutto Affitto in nero 2019: i rischi dell’evasione fiscale.
Nuovi chiarimenti dell'Agenzia delle entrate per applicazione della ceddolare secca

Nuovi casi in cui applicare la cedolare secca sui contratti di negozi.

Da tempo si aspettava una novità del settore del mercato degli affitti commerciali che potesse dare nuova linfa a questo settore. Quando si parla di dare nuovo slancio agli affitti, molto spesso la soluzione passa dalle questioni fiscali, ovvero dalle tasse che i proprietari pagano. Un alleggerimento dell’imposizione fiscale comporta di solito una maggiore disponibilità di immobili concessi in affitto e una riduzione dei canoni applicati, in virtù di un risparmio e quindi un maggiore guadagno. Nel caso di affitti commerciali la disponibilità di immobili in affitto non rappresenta un problema, c’è una normativa ormai molto datata da risolvere e ci sono senza dubbio misure a favore di chi apre una nuova attività da prevedere. In tutto questo l’introduzione della cedolare secca ha rappresentato almeno una ventata di novità, ma una ventata troppo veloce.

Leggi tutto Novità 2019 a favore della cedolare secca sui negozi.
affittosicuro tutela uno la garanzia per affitare con sicurezza

Le tutele sull’affitto non sono tutte uguali! Vantaggi e criticità delle diverse garanzie esistenti.

Un inquilino su due non paga regolarmente l’affitto (fonte Adn Kronos).
Basta questo semplice e immediato dato per spiegare il fenomeno di riduzione negli ultimi anni del numero di immobili disponibili sul mercato degli affitti. La principale paura di un proprietario che ha a disposizione uno o più immobili da concedere in affitto, infatti, è quella che l’inquilino non paghi l’affitto. Anzi questa è quella che viene espressa, ma in realtà il mancato pagamento del canone di affitto cela la paura più profonda del proprietario di non riuscire a liberarsi dell’inquilino e quindi di ritrovarsi con un immobile occupato, danneggiato, per il quale un proprietario perde mediamente (da esempio riportato) circa 10 mila euro per un’eventuale causa di sfratto.

Leggi tutto Assicurazione a protezione dell’affitto: quale garanzia?
Guadagnare-per-affittare-con-inquilino-sicuro

Proprietà e affitto come guadagnare in sicurezza.

Conviene comprare per affittare? O meglio conviene affittare in assoluto? Queste sono le due principali domande che, noi che ci occupiamo esclusivamente di affitti, ci sentiamo fare da sempre. Da prima della famosa crisi immobiliare che ha rimesso in discussione tutto il sistema delle compravendite, ad oggi, momento in cui gli affitti sono sempre più numerosi e ricercati. Il dubbio principale che attanaglia chi è proprietario di un immobile da affittare è legato alla certezza del guadagno, ma anche alla “sostanza” della cifra stessa. Detta in parole povere: ma affittando casa si guadagna? Quanto? Sempre?

Leggi tutto Affitto casa: i consigli per guadagnare sicuramente.

affitti brevi nuovi disposizioni contro abusivi

Ogni immobile concesso in affitto avrà un codice identificativo.

La misura, proposta con un emendamento al “Decreto crescita”, rappresenta una notizia destinata a fare molto rumore. Da una parte le associazioni degli albergatori favorevoli alla misura che rappresenterebbe, a loro dire, un gesto concreto del governo per contrastare il nero e le tante situazioni irregolari che caratterizzano il mercato degli affitti turistici; dall’altra parte le perplessità dei numerosissimi proprietari privati che dovranno sommare nuovi adempimenti alle già numerose regole e specifici cavilli che movimentano tutta la materia degli affitti brevi.

Leggi tutto Un codice per la casa in affitto breve.
quali spese posso detrarre se vivo in affitto

Quale cifra posso scaricare per l’affitto nella dichiarazione dei redditi?

Come ogni anno, anche quest’anno è cominciata la stagione della dichiarazione dei redditi. Stagione calda o bizzarra, a seconda dei guadagni personali e delle varie voci da includere. In ogni caso si tratta di un appuntamento a cui nessun contribuente può sfuggire e che potrebbe magari trasformarsi anche in un giorno che porta buone notizie, se si riuscissero a trovare un buon numero di detrazioni che abbassano le aliquote da pagare e lasciano un margine di credito da recuperare, o meglio da spendere. In questo gioco di equilibrio potrebbe giocare la sua parte anche l’affitto. Quanto posso recuperare rispetto a quanto pago?

Leggi tutto Spese dell’affitto da scaricare nel 730/19: quanto recupero?
Come calcolare il canone concordato di un apaprtamento a Roma

Entra in vigore a Roma il nuovo accordo per il calcolo del canone concordato.

Piano piano, dopo l’entrata in vigore del Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del 16 gennaio 2017, articolo 1, comma2, anche le associazioni di categoria della Capitale si sono riunite per sottoscrivere un nuovo accordo territoriale che recepisce le novità introdotte dal decreto sopracitato. Novità che riguardano soprattutto la necessità che il calcolo del canone concordato venga certificato da una delle associazioni di categoria firmatarie dell’accordo. Calcolo da fare sempre sulla base di parametri oggettivi individuati dall’accordo, con un’individuazione di fascia di oscillazione minima e massima a seconda della zona geografica di appartenenza in cui è stato suddiviso il comune di Roma.

Leggi tutto Novità 2019: accordo territoriale per affitti concordati a Roma.

×
Rimani in contatto con noi