Cerca

Affitti Brevi: on line il software per comunicare i dati.

by Andrea Cioli
in Esperto
on Agosto 02, 2018
Visite: 593
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
pubblicato programma per comunicare dati contratti brevi

Comunicazione dati contratti affitti brevi: on line il programma dell'Agenzia delle  Entrate.

Tra le novità introdotte lo scorso anno rispetto alla normativa sugli affitti breve, c’era anche quella di un nuovo obbligo che riguarda gli intermediari immobiliari in caso di locazioni brevi.
L’obbligo prevede di dover comunicare all’agenzia delle entrate, entro il 30 giungo dell’anno successivo, i dati relativi a proprietari ed immobili affittati nel 2017 per brevi periodi.
La scadenza viene ora slittata al 20 agosto, ma soprattutto è stato ora pubblicato dall’agenzia delle entrate il software con cui inviare tali dati.

Quale era l’obbligo introdotto dalla nuova legge sugli affitti brevi?

 

Lo scorso anno, oltre ad introdurre una nozione specifica sugli affitti brevi, il legislatore aveva inserito, a carico degli intermediari immobiliare un particolare adempimento, previsto dall’art. 4, comma 4 del D.L. 50/2017:


“in caso di semplice attività di intermediazione o messa in contatto, senza riscossione del canone per conto della parte locatrice (il conduttore paga il canone direttamente alla parte locatrice) sarà necessario comunicare, entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di conclusione del contratto: nome, cognome e codice fiscale del locatore, la durata del contratto, l’importo del corrispettivo lordo e l’indirizzo dell’immobile.
Al fine di una certa razionalizzazione, l’Agenzia delle Entrate specifica che per i contratti relativi al medesimo immobile e stipulati dal medesimo locatore, la comunicazione dei dati può essere effettuata anche in forma aggregata.
Quel che l’Agenzia delle Entrate non specifica sono le modalità di comunicazione di tali dati, che certamente saranno telematiche ma che non sono state al momento individuate. Il Provvedimento prevede infatti (par. 3.2) che i dati devono essere predisposti e trasmessi attraverso i servizi dell’Agenzia delle Entrate, in conformità alle specifiche tecniche che saranno pubblicate sul sito internet della stessa Agenzia.”

Ora, finalmente, l’Agenzia delle Entrate ha fornito lo strumento per effettuare la comunicazione di cui sopra ma, considerato che questo è avvenuto a ridosso della scadenza indicata, con Provvedimento del 20 giugno 2018 ha prorogato la scadenza stessa al prossimo 20 agosto (salvo ulteriori proroghe dell’ultimo momento).

Chi deve inviare tale comunicazione?


L’obbligo riguarda solo chi rientra nell’ipotesi di intermediazione per locazioni brevi e abbia, nel 2017, effettuato almeno un’operazione di questo tipo.

Come andrà effettuata la comunicazione?

 

Il primo passo sarà scaricare dal sito dell’Agenzia delle Entrate (clicca qui) il software per la compilazione delle Comunicazioni relative alle Locazioni Brevi stipulate nel 2017 e la creazione del relativo file da inviare telematicamente.

Una volta installato il programma si può procedere con la prima parte che riguarda i dati anagrafici e fiscali dell’intermediario.

Dunque, si passa alla tab Contratti.

Qual è la definizione di contratto breve?

Si definiscono brevi i contratti di durata massimo di 30 giorni.

Quali dati comunicare?

 

Nella Tab Contratti compilare il modulo 1 “locazioni brevi” tenendo presente che, come specificato dall’AdE in precedenza, “per i contratti relativi al medesimo immobile e stipulati dal medesimo locatore, la comunicazione dei dati può essere effettuata anche in forma aggregata”.
Compilare quindi i quadri relativi ad immobile e al rispettivo proprietario, indicando il corrispettivo totale, quanti contratti sono stati stipulati, la durata della locazione nell’anno solare e gli altri campi riportati, poi indicando i dati del proprietario/locatore.


Questo, scorrendo il modello, per ogni immobile e rispettivo locatore per cui si sia mediato un contratto di locazione breve nel corso dell’anno 2017, SENZA INCASSO DEL CANONE.


In alternativa si può scegliere di comunicare separatamente i dati per ogni contratto (anche se su uno stesso immobile e di uno stesso locatore), ma si tratta di operazione più complessa perché richiede l’inserimento di più dati.

frontespizio locazioni brevi tab contratti

Più nel dettaglio:

 

- Nella colonna 1 (da compilare solo in caso di comunicazione “aggregata”) indicare il numero di contratti di locazione stipulati nell’anno 2017.
- Nella colonna 2 barrare la casella se si tratta di un contratto o di contratti che prevedono la locazione dell’intera unità immobiliare.
- Nella colonna 3 barrare la casella se si tratta di un contratto o di contratti che prevedono la locazione parziale dell’unità immobiliare.
Le colonne 2 e 3 sono alternative fra di loro.
- Nella colonna 4 barrare la casella se nel contratto o nei contratti è previsto un periodo di locazione ricompreso nel 2018 (in altre parole qualora ci sia un contratto che inizia nel 2017 e termina nel 2018). In questo caso compilare due distinti righi. In particolare nel rigo nel quale non è barrato il punto 4 riportare i giorni relativi al periodo d’imposta 2017, mentre nel rigo nel quale è barrato il punto 4 riportare i giorni relativi al periodo d’imposta 2018.
- Nella colonna 5 indicare il numero dei giorni della durata del contratto di locazione ricompresa nel periodo di riferimento.
- I dati relativi all’indirizzo dell’immobile, devono essere riportati nelle colonne da 6 a 13.
- Nella colonna 14 indicare l’importo del corrispettivo lordo.
La colonna 15 manca.
- Nella colonna 16 barrare la casella se il locatore non riveste la qualifica di proprietario dell’unità immobiliare locata.
- Nelle colonne da 17 a 22 andranno inseriti i dati del locatore.


Una volta compilato interamente il modulo, cliccare su Conferma.


Step 2
Segue una fase molto tecnica per controllo, autentica e invio del file con software di controllo entratel

Una volta effettuata l’autentica dovrebbe aprirsi in automatico la schermata per l’invio del file, con il file da inviare già pronto per essere selezionato.
Effettuato l’invio, la procedura è terminata. Avrai la possibilità di stampare il riepilogo d’invio mentre non è chiaro (l’AdE non ha fornito alcuna indicazione) se nella sezione Ricevute sarà scaricabile una ricevuta che attesti il buon esito della procedura, come avviene per la registrazione dei contratti .

In caso di anomalie o difficoltà particolari (es. blocchi, messaggi di errore strani ecc.) si può contattare il numero verde dell’assistenza ai servizi telematici Entratel (800.863.113).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Il manuale definitivo per gli affitti brevi.

Affitti brevi: come si paga la tassa.

Presentazione Autore
Andrea Cioli
Author: Andrea Cioli

In un Paese di poeti, santi, navigatori, commissari tecnici ed avvocati può un laureato in Giurisprudenza sfuggire al suo destino e lavorare come guida turistica? Certamente sì, se il tour è nella giungla della locazione. Feticista della spiegazione, temutissimo dai suoi figli per via delle paternali debordanti di premesse, cerca da sempre di coniugare serietà e leggerezza, perché senza regole non esiste gioco, ma senza gioco non esiste niente.


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto