Cerca

Coltivatori diretti, ma in affitto

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Dicembre 27, 2012
Visite: 94389

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Generalmente si parla di affitto anche e soprattutto per i contratti di immobili abitativi e commerciali; tecnicamente, però, la parola affitto si riferisce al contratto che ha per oggetto la cessione di un bene produttivo, come nel caso appunto del contratto di affitto dei terreni agricoli.

 

L'affitto agricolo è un contratto con cui il locatore si obbliga a concedere all'affittuario un'azienda o un fondo, per uso agricolo e perché ne raccolga i frutti ed i proventi, e l'affittuario si obbliga a pagargli in corrispondenza un fitto. Il fitto può consistere in denaro, in una quota dei frutti (mezzadria) o in una prestazione in natura.
L'affittuario ha l'obbligo di curare la destinazione del bene in conformità con la sua destinazione economica e con l'interesse della produzione, pena la risoluzione del contratto.
Il contratto d'affitto d'azienda è soggetto alla legge 203/1982 (modificata dalla legge 29/1990) e agli accordi collettivi nazionali.
La durata dell'affitto è di 15 anni (6 anni per i territori montani); gli Accordi Collettivi Nazionali possono prevedere durate inferiori, in base al tipo di destinazione del terreno. In mancanza di disdetta di una delle parti, il contratto di affitto si intende tacitamente rinnovato per
il periodo minimo.
La disdetta deve essere comunicata almeno un anno prima della scadenza del contratto, mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
Il fitto è stabilito in base a criteri e coefficienti fissati dalla legge. La commissione tecnica provinciale determina, entro il 31 agosto di ogni anno, coefficienti di adeguamento dei canoni, in aumento o in diminuzione, tenuto conto del mutamento del valore, secondo gli indici ISTAT, per i prezzi alla produzione dei prodotti agricoli. Gli Accordi Collettivi Nazionali possono derogare a tali parametri.
I contratti d'affitto relativi ai terreni sono esenti IVA e sono soggetti a imposta di registro con l'aliquota dello 0,50%, applicata al canone dovuto per l'intera durata del contratto. Il termine ordinario per la registrazione è di trenta giorni dalla stipula del contratto. Per l'affitto di terreni agricoli, esiste però una regola particolare, questi infatti, se stipulati a mezzo di una scrittura privata non autenticata (come solitamente avviene) possono essere registrati cumulativamente presentando entro il mese di Febbraio all'ufficio delle entrate la denuncia relativa a tutti i contratti posti in essere nell'anno precedente. La denuncia può essere presentata da una qualsiasi delle parti contraenti e deve contenere gli estremi essenziali dei contratti a cui si riferisce. Infine si devono ricordare le agevolazioni previste dalla legge per l'affitto di terreni agricoli ai coltivatori diretti o giovani imprenditori agricoli con meno di quarant'anni di età.

 POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Prezzi fondiari in calo e meno compravendite: per i terreni agricoli meglio l’affitto
Detrazioni sugli affitti dei terreni agricoli per gli under 35: il rilancio dell’agricoltura parte dai giovani.

Per qualsiasi quesito sull'affitto, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presentazione Autore
Isabella Tulipano
Author: Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Commenti (237)

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno, vorrei chiederLe un'informazione.
Mio padre ha 89 anni e gli è stato chiesto da un coltivatore diretto, di cedere in affitto i suoi terreni (4 ettari di terreno).

Mi è stato detto che il periodo previsto dalla legge sull'affitto dei terreni è 15 anni (rinnovabili), nel caso mio padre venisse a mancare, posso vendere i terreni oppure devo rispettare il contratto stipulato?
La ringrazio anticipatamente per la risposta.

Cordiali saluti. Roberta

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Roberta, potrebbe procedere alla vendita ma in ogni caso i contratti in essere andrebbero rispettati anche da eventuali nuovi proprietari.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buon giorno. Sono la proprietaria di 1 ettaro e mezzo di terreni ad uliveto. Vorrei affitare questi terreni ,visto che risiedo altrove. Ma leggo anche che molti affittuari non pagano l'affitto. C'è una specifica da aggiungere nel contratto per far sì che questo non accada? Ho una forma di garanzia in merito? Grazie in anticipo

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno.. i contratti contengono già clausole di non permettono di non pagare; l'unica tutela è quella di stipulare coperture a garanzia, assicurative o finanziarie.

This comment was minimized by the moderator on the site

buongiorno, vorrei sapere se è possibile inserire nel contratto di affitto una voce che specifica che il proprietario della terra in comune accordo con me percepirà le mensilità dopo un anno dalla registrazione, poichè dovrò fare interventi di pulizia e di bonifica del posto.se esiste mi puo indicare dove trovarla? Grazie mille

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Valentina, deve specificare proprio nella voce dedicata al canone che inizierà a pagare a partire dalla data accordata e quindi specificarne il motivo.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno,
mio padre ha dato in affitto dei terreni ed una stalla ad un agricoltore tramite un contratto con tacito rinnovo.

L'affiituario:
Non ha pagato gli affitti per diversi anni: abbiamo dovuto intervenire per regolarizzare la situazione.
Ora paga l'affitto quando vuole lui
Ha distrutto le siepi ed i limiti separativi: abbiamo le foto che lo provano
Ha messo letame ai piedi di querce, forse cadastrali: secondo un agronomo, questo provocherebbe la distruzione degli alberi.
L'anno scorso gli abbiamo domandato di lasciare le terre e la stalla (vuota, visto che usa solo il fienile).
Lui ha risposto che l'avrebbe lasciata a scadenza del contratto (San Martino di quest'anno).
Oggi h mandato una lettera che lui lascierà le terre fra 15 anni, come lo prevede la normativa in atto.

Che cosa possiamo fare?
Denunciarlo? Dove? Presso quale amministrazione?

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Clelia, dovrebbe intanto procedere con un legale per richiedere la restituzione del terreno per gravi inadempienze. Quindi potrebbe rivolgersi ad un'associazione di categoria dei coltivatori per avere anche una loro assistenza.

This comment was minimized by the moderator on the site

Ho dato in affitto un capannone e dei terreni a un'azienda agricola che non ha mai pagati l'affitto. Il contratto è scaduto il 31 ottobre scorso. Sono state mandate innumerevoli pec per il pagamento e per lasciare le proprietà a fine contratto. Abbiamo anche ottenuto un'ordinanza di sgombero dal tribunale, non ancora attuata. Sfacciatamente l'affittuario ha continuato a coltivare i terreni e ora in molti ettari ci sono piantine di carciofi e varie altre semine con colture aventi raccolta prevista la prossima primavera e anche oltre. Posso affittare il terreno a terzi che inevitabilmente andrebbero ad arare i terreni con le coltivazioni dell'affittuario precedente? Il fatto che lui bellamente abbia continuato a coltivare mi fa pensare che lui pensa di avere diritto alla raccolta, ma mi sembra davvero assurdo. Ma siccome a volte esistono leggi assurde... chiedo lumi. Grazie

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Paolo, per poter riaffittare il terreno è necessario che lo sgombero ordinato dal tribunale venga eseguito e che quindi il terreno sia stato liberato. Considerando lo stato di morosità e lo sfratto i frutti del terreno dovrebbero essere lasciati a lei. Ma è giusto che con il legale che le segue la pratica tale dettaglio venga formalizzato.

This comment was minimized by the moderator on the site

Devo stimare dei terreni che attualmente sono affittati fino al 2026 in provincia di Brescia, ci sono tabelle, e dove poterle recuperare, per calcolare l'eventuale abbitamento del valore da libero dei terreni da affittare?
Ringrazio anticipatamente.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Roberto, trova a questo link alcuni riferimenti, per il resto può rivolgersi direttamente ad un'associazione di categoria dei coltivatori.

This comment was minimized by the moderator on the site

Ho affittato un vigneto per 3 anni con tacito rinnovo per altri 3 anni, al 4 anno l'affittuatario potrebbe lasciare il terreno affittato? Al proprietario del vigneto spetta un risarcimento per i mancati 6 anni di contratto? grazie.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Nico, l'affittuario solitamente ha facoltà di disdetta, legata però a gravi ed oggettivi motivi. In mancanza di tali motivazioni, allora potrebbe chiedere il risarcimento.

This comment was minimized by the moderator on the site

Salve sono un affittuario
Ho un terreno (oliveto)il cui fitto (registrato) scade 31 febbraio 2019.
Vorrei sapere se mi spetta il prodotto dell' anno di scadenza 2019 anche se il prodotto si raccoglie a novembre ?
Grazie.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Riccardo, dovrebbe verificare nel contratto sottoscritto se si specificano le conseguenze in caso di chiusura del contratto; eventualmente per una consulenza dettagliata potrebbe rivolgersi anche ad un'associazione di categoria dei coltivatori.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno
Ho dato ad un Signore il mio terreno a uliveto con un contratto di comodato gratuito.Volevo sapere alla raccolta delle ulive quanto spetta a lui di olio e quanto a me.
Saluti
Rossana

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Rossana, questo "dettaglio" andava specificato nella scrittura stipulata per la concessione del comodato; ora potreste trovare un accordo che possa congruamente compensare l'utilizzo gratuito con la concessione di beni a suo favore.

This comment was minimized by the moderator on the site

Salve sono un locatore di terreno agricolo con regolare contratto registrato con associazione di categoria,abbiamo stipulato per il pagamento la cifra e 2 date 1 per l'acconto e 1 per il saldo, già alla prima rata il locatario ha pagato solo parzialmente la cifra pattuita, come posso muovermi in merito?

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Mauro, potrebbe indicare una data ultima entro cui ricevere la cifra, oppure considerare non valido l'accordo.

Non ci sono ancora commenti
Carica Altri Commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto