Cerca

La tassa sui rifiuti va pagata dall'inquilino

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Febbraio 28, 2013
Visite: 167698

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Su chi grava la tassa sui rifiuti? Sul proprietario dell'immobile o direttamente sugli inquilini che lo abitano? Insomma, la tanto discussa nuova Tares è un'imposta sul patrimonio o sull'utilizzo? Chiediamo consulenza al nostro esperto!

 

 

Sono proprietaria di un appartamento che ho dato in affitto a 4 studenti universitari. La tassa per i rifiuti urbani deve essere pagata da me oppure dagli studenti - inquilini, anche se questi non sono residenti anagraficamente nel Comune che ha emesso la cartella esattoriale?
Ludovica

 

Gentile Ludovica,
siamo lieti di rassicurarla sul fatto che a tassa sui rifiuti solidi urbani (la nuova Tares, insomma, l'ex Tarsu) grava su "coloro che occupano o detengono i locali, con vincolo di solidarietà tra coloro che usano in comune i locali stessi" (art. 63, Dlgs 15 novembre 1993, n. 507).
Sulla base di questa disposizione, pertanto, la tassa è a carico degli studenti in quanto occupanti l'immobile, anche se non risiedono anagraficamente nel Comune dove si trova l'immobile.

Inoltre, poiché i soggetti passivi di tale tributo sono gli occupanti o detentori dell'immobile e solo loro, gli obblighi previsti dalla legge, compresi quelli di dichiarazione e di pagamento gravano esclusivamente su costoro; tanto da eliminare ogni obbligo e responsabilità a suo carico per le inadempienze commesse dagli inquilini.

 POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Imu, Tasi, Tari: i calcoli, le scadenze e le novità per il 2016.
Tari, come e quando pagare la tassa sui rifiuti?

Per qualsiasi quesito sull'affitto, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
L'esperto di Solo Affitti" risponde ai tuoi quesiti su contratti di locazione, adempimenti fiscali e aspetti giuridici.

Presentazione Autore
Isabella Tulipano
Author: Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Commenti (752)

This comment was minimized by the moderator on the site

Siamo intestatari (2 persone)di un regolare contratto di affitto ma il presidente è uno solo quanti componenti del nucleo si dichiara solo il residente?

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile elisa, ai fini dell'imposta sui rifiuti, vanno indicati tutti i componenti del nucleo familiare.

This comment was minimized by the moderator on the site

1) salve vorrei dei chiarimenti in merito ad un affitto transitorio per la durata di 9 mesi con contratto regolarmente registrato la TARI la posso pagare io e chiedere successivamente i 9/12 di TARI all'affittuario oppure devo segnalare tale situazione all'ufficio TARI del mio comune. i componenti familiari dell'affittuario sono 4 e il mio nucleo familiare è di 4 componenti.

2) mio figlio studente universitario ha il domicilio a Modena con contratto regolarmente registrato paga la Tari a Modena posso io evitare di pagare la Tari nel mio comune per mio figlio.

ringrazio anticipatamente per l'eventuale risposta.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Domenico, solitamente per contratti superiori a sei mesi, è l'inquilino a dover intestare il tributo e quindi pagarlo direttamente (salvo diversa indicazione del regolamento comunale). Per suo figlio, invece, il domicilio diverso non lo esonera dal pagamento nella residenza, deve però anche in questo caso consultare il regolamento comunale e capire se è possibile escludere al momento suo figlio dal nucleo familiare.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno,

da gennaio 2012 a settembre 2015 ho abitato in un immobile in affitto (regolare contratto) a Milano. L'iniziale accordo con il mio padrone di casa prevedeva che lui pagasse la tassa sui rifiuti e che io rimborsassi l'importo da lui pagato; accordo al quale ci siamo sempre attenuti. La scorsa settimana ho ricevuto una raccomandata dal Comune di Milano con la quale mi si contestava il mancato pagamento della TARI per il 2014 e per 5 bimestri del 2015. Ora, il proprietario aveva pagato la TARI per tali anni (mi ha gentilmente spedito scansione delle ricevute di pagamento), ma visto che l'imposta era teoricamente a carico mio, mi chiedo se il mio eventuale ricorso su tale base possa avere una qualche speranza di successo oppure se mi convenga pagare immediatamente, per avere almeno un parziale sconto sulla, consistente, sanzione.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Patrizio, il pagamento del proprietario sullo stesso immobile dovrebbe esentarla dal dover pagare.. certamente ci saranno almeno delle sanzioni per la mancata comunicazione di occupazione del bene.

This comment was minimized by the moderator on the site

Salve sono una studentessa e sto in una casa, in affitto,
Volevo sapere come comportarmi per quanto riguarda la tassa sui rifiuti. Vivevamo in tre, adesso, arrivata la tassa sui rifiuti, la terza persona che viveva con noi dovrebbe uscire la sua quota per tutto il periodo che è stata in casa, ma .. non risponde, né riusciamo a rintracciarla. Volevo sapere a questo punto, visto che l'intestataria sono io, come dovrei agire? E che fare se questa persona si rifiuta di pagare?

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Giorgia, considerando che lei è l'intestataria è corretto pagare e potrà poi rifarsi sulla terza persona per avere la quota spettante; se non risponde dovrà seguire le vie legali.

This comment was minimized by the moderator on the site

Vivo con altri tre coinquilini e siamo tutti registrati con regolare contratto d'affitto. La tassa sui rifiuti è però solo a nome della proprietaria che vi ha la residenza. È calcolata su un unico occupante residente. Ovviamente la paghiamo di tasca nostra. Ma è corretto? Noi coinquilini andiamo incontro a sanzioni per non risultare sulla tassa?

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Simona, la cosa non è regolare e se il contratto è registrato a vostro nome rischiate anche la sanzione; quindi è corretto segnalare la giusta intestazione all'ufficio tributi.

This comment was minimized by the moderator on the site

Il mio padrone di casa ci ha registrati in commune come ospiti ma non ha comunicato ad AMA la variazione dei componenti abitanti ,arriva bolletta a suo nome e pretende che pago la sua bolletta che invece di 4 persone abitanti risultano solo 2 , PS ho domicilio e residenza a casa senza contratto regolare non registratio e bollette tutte a suo nominativo , Spero di essere stata chiara e grazie anticipate

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Luciana, diciamo che l'imposta compete a lei come occupante del bene, ma quindi deve risultare il vostro regolare contratto e avere l'intestazione del contratto.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Michele, dovrebbe verificare nel regolamento comunale se è possibile pagare una tariffa base minim ain caso di mancata residenza.

This comment was minimized by the moderator on the site

Salve sono residente in un comune ma ora ho preso il domicilio in un altro comune non abitando piu nel vecchio appartamento pur mantenendo la residenza ho gia' pagato i primi 6 mesi di tari per la seconda rata come devo comportarmi non abitando piu in quell' appartamento perche'trasferito o meglio domiciliato in altro comune grazie michele

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Michele, deve segnalare all'ufficio anagrafe il suo spostamento e quindi con questo documento segnalarlo all'ufficio tributi.

This comment was minimized by the moderator on the site

Il padrone di casa per convincermi a pagare un affitto piuttosto alto, dato che la casa è un tricamere, mi aveva detto che la TARI la pagava lui e nel contratto alla casella dove si indicano le utenze di competenza dell'inquilino non metteva l'immondizia.
Allla scadenza siamo passati alla cedolare secca e nel modulo con le utenze prestampate ha cancellato la voce "nettenza urbana".
Ora il proprietario è morto, il figlio non mi ha rinnovato il contratto, allora gli ho chiesto il numero di utenza AMA dell'appartamento in affitto per chiedere lo sgombero dei mobili. Il figlio mi ha detto che non ne sapeva nulla di tutto questo. Quindi il proprietario prometteva quello che non gli spettava e se salta fuori l'insoluto è a carico dell'inquilino.
All'AMA di Roma mi hanno detto che la TARI è sempre a carico dell'inquilino e se il proprietario vuole pagarla salvo rivalersi a fine contratto non è valido al punto che l'AMA lo rimborsa e manda una cartella "coatta" all'inquilino anni.
So che dopo cinque anni va tutto in prescrizione, ma se prima di allora mi arriva l'ingiunzione di pagamento posso chiedere uno sconto perché ingannato dal proprietario o è sempre valido che l'interessato deve farsi diligente quindi dovevo fidarmi di meno ed informarmi di più?

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Massimo, diciamo che se l'imposta risulta pagata, l'Ama non può chiedere doppiamente il tributo. Quindi al più il proprietario può chiederle un rimborso. Certamente il tributo è a carico dell'inquilino, ma non deve pagarlo doppiamente.

This comment was minimized by the moderator on the site

Ma se il padrone di casa avesse pagato la mia TARI, il figlio mi avrebbe dato il numero utenza AMA per lo sgombero mobili, invece non ne sapeva nulla. Quindi ho pagato un affitto alto credendo di avere la TARI già versata, ma se ci fosse stato un controllo dell'AMA, gli arretrati e la mora li avrei pagate io. E il defunto era in malafede perché non ha pagato nulla per dieci anni.
Chiedo quindi se posso dividere con l'erede l'eventuale cartella coatta.
Grazie

This comment was minimized by the moderator on the site

Se il contratto era regolarmente registrato il pagamento ricade su di lei; se invece non ci fosse un contratto regolarmente registrato allora potrebbe dividere la responsabilità con l'erede.

This comment was minimized by the moderator on the site

Ho affittato una casa con contratto transitorio di durata annuale. Secondo il comune di Cagliari l'utenza della spazzatura può essere intestata al proprietario solo per contratti di locazione di durata semestrale. Vorrei sapere a) se è obbligatoria l'intestazione all'inquilio e b) se devo procedere a una voltura dell'utenza - dal mio nome a quello dell'inquilino- qualora l'intestatario dovesse essere quest'ultimo

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Marinella, poichè l'imposta grava su chi occupa il bene e sul numero di componenti dell suo nucleo familiare, è corretto intestare l'utenza direttamente all'inquilino.

Non ci sono ancora commenti
Carica Altri Commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto