Cerca

L'imposta di registro è dovuta anche sulle garanzie rilasciate a copertura del regolare pagamento del canone di locazione?

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Agosto 14, 2014
Visite: 107551

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Sempre più frequentemente al contratto d' affitto vengono affiancate forme di garanzia che possano tutelare il proprietario nel caso di mancato pagamento del canone di locazione e/o di eventuali danni arrecati dall'inquilino all'immobile concesso in locazione. Spesso tale forme di garanzie corrispondono con fidejussioni, bancarie o assicurative, che vengono rilasciate dall'inquilino alla stipula del contratto. Nel momento in cui si registra il contratto, va registrata anche tale garanzia? Con quale importo?

Buongiorno
il proprietario dell'appartamento dove andrà a vivere mio figlio ha chiesto la firma di noi genitori per una: "fidejussione solidale , per conto del figlio, a garanzia del puntuale pagamento del canone annuo di locazione e delle relative spese condominiali per tutta la durata contrattuale, con formale rinuncia al beneficio della preventiva escussione di cui all art 1944 del C.C., restando obbligati in solido con l'obbligato principale". La firma su questa fidejussione comporta che al momento della registrazione del contratto presso l'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate ci venga calcolata l'imposta di registro del 2% in aggiunta a quella da calcolare sul canone annuo? Abbiamo sentito pareri discordanti in merito e quindi volevamo capire: tale imposta va pagata o no? Solo per la prima annualità o di anno in anno?
Genitori preoccupati

Cari genitori preoccupati,
il contratto di fidejussione è disciplinato dagli articoli 1936 e seguenti del Codice civile ed è soggetto all'obbligo di registrazione, a norma dell'articolo 6 del Dpr 131/86, secondo il quale l'imposta di registro sulla fidejussione è dovuta soltanto se la polizza fidejussoria è stata stipulata da un soggetto diverso dalle parti contraenti (come nel vostro caso). L'imposta dovuta è pari allo 0,50% dell'importo della fidejussione calcolata sul canone annuo moltiplicato per le annualità di durata del contratto, tenendo in considerazione la prima parte della durata e non la proroga. Quindi se si stipula un 4 + 4 con canone annuo di 6.600 euro, l'imposta si calcola come lo 0,50% di 26.400 euro (6.600 *4), ovvero di 132 euro; che può essere calcolata anche come il 2% (0,5% *4) sul canone annuo. Tale imposta, che si aggiunge a quella di registrazione del contratto, pari al 2% sul canone annuo, è da corrispondere una tantum, ovvero solo alla prima registrazione ed è valida per tutta la durata del contratto.
È molto importante precisare che tale imposte sono dovute nel momento in cui il proprietario dell'immobile sceglie di assoggettare il reddito da locazione al tradizionale regime Irpef. Infatti,l'articolo 4 comma 1-bis del D.L. n. 16/2012 stabilisce che per i contratti di locazione assoggettati al regime fiscale della cedolare secca non si applicano le imposte di registro e di bollo alla fidejussione prestata da terzi per il conduttore. Pertanto, se il proprietario avesse scelto tale regime avreste potuto risparmiare entrambe le imposte: quella di registrazione annuale e quella sulla fidejussione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Mensilità di affitto non pagate? Ci pensa l’assicurazione
Bignami per chi va in affitto – parte seconda

 

 

Presentazione Autore
Isabella Tulipano
Author: Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Commenti (59)

This comment was minimized by the moderator on the site

l'imposta di registro sulle garanzie è si lo 0.5% sull'intero importo del canone, ma il minimo di imposta sono 200€, quindi fino a 40.000€ di canone sono sempre 200€.

This comment was minimized by the moderator on the site

Con l'adesione di alcune tipologie di immobili commerciali C/1 al regime della cedolare secca, si applicano anche a questi contratti i benefici della mancata registrazione e pagamento di bolli di una fideiussione bancaria? Grazie!

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Andrea, questo quanto ci aspettiamo succeda in effetti; sicuramente i dettagli saranno contenuti in una circolare dell'agenzia delle entrate sui dettagli di applicazione.

This comment was minimized by the moderator on the site

Salve buonasera una domanda. Come proprietario sto locando un immobile commerciale A10 ad una srl. Nel contratto 6+6 è prevista a carico del conduttore/società fideiussione bancaria pari a 8 mensilità. Nella registrazione del contratto quale sono le imposte previste da pagare e in chenpercentaulenfranlocatore e conduttore anche con riferimento a quelle eventualmente derivanti dalla citata fideiussione ?

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Giosuele, l'imposta di registrazione è il 2% del canone annuo + lo 0,50% per la garanzia di terzi; il tutto suddiviso a metà tra le due parti.

This comment was minimized by the moderator on the site

All'Agenzia delle Entrate, all'atto della prima registrazione di un contratto di locazione 4+4, mi hanno detto che se nel contratto di locazione di un immobile è inserito un garante si tratta di "garanzia personale" e quindi occorre pagare il bollo e lo 0,5% del canone annuale moltiplicato per tutti gli anni di durata del contratto (nel mio caso 4+4) con un minimo di euro 200 anche se si opta per la cedolare secca. E' ancora valida tale regola ?
Grazie Maurizio

This comment was minimized by the moderator on the site

Esatto Maurizio, la norma è ancora valida e sulla garanzia personale occorre versare l'imposta come indicato dall'agenzia delle entrate.

This comment was minimized by the moderator on the site

Però sentendo stamane il contact center della medesima Agenzia delle Entrate (!) mi segnalano che si paga l'imposta di registro più bollo solo se si tratta di una "garanzia reale" cioè che prevede il versamento di un importo o la messa a disposizione di un bene materiale a garanzia del pagamento e non si applica invece alla "garanzia personale" che è equivalente ad una fidejussione.

Che ne pensa ?
Grazie Maurizio

This comment was minimized by the moderator on the site

si paga se parliamo di garante, non se parliamo di fidejussione, Sull'interpretazione di garante come fidejussione siamo nell'ambito, appunto, delle interpretazioni.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buona sera,
non mi è chiaro se al momento della proroga si debba nuovamente pagare l'imposta sulla garanzia. Credevo di no, ma provando a creare il file RLI tramite il software della Sogei è possibile inserire l'importo della garanzia anche per l'evento della proroga, l'unica cosa che non viene chiesta è il codice fiscale. Inserendola poi il programma calcola l'imposta sulla garanzia che viene sommata a quella della proroga, proprio come avviene per la prima registrazione. E' quindi dovuta?
grazie mille,
Paolo

This comment was minimized by the moderator on the site

Esatto Paola, se vene rinnovata anche la garanzia si paga nuovamente la registrazione della stessa per l'intero periodo.

This comment was minimized by the moderator on the site

Se i bolli ed il 2% annuo vanno suddivisi al 50% tra le parti, la tassa fideiussoria va pagata al 50%, tra il locatario ed il locatore, oppure avendo chiesto garanzia fideiussoria, la quota dello 0,5 % per i 6 anni compete al locatore?

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Gianluca, anche l'imposta sulla fidejussione rientra tra le spese di registrazione e quindi da suddividere al 50% tra proprietario ed inquilino.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno , sono al rinovo di un contratro di locazione residenziale in cedolare secca, devo versare nuovamente l'imposta minima di 200 anche se in cedolare?

grazie

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Marica, se ha scelto il regime di cedolare secca non deve versare l'imposta, ma solo presentare il modello Rli per la proroga.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno, ho registrato un contratto agevolato 3+2 con opzione cedolare secca a luglio 2017 con presenza di garante, per cui non ho pagato l'imposta di registro dello 0,50% in quanto ho optato per la cedolare secca. Quest'anno a luglio 2018 vorrei passare al regime irpef, devo pagare l'imposta di registro dello 0,50% per il garante per l'intero periodo dei primi 3 anni o per il periodo rimanente oppure non occorre che la versi? C'è il minimo dei 200 euro? Ringrazio e saluto

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Gloria, il versamento per il garante sarebbe solo per i due anni rimanenti e viene applicata l'imposta minima di 200 euro; è vero però che la registrazione del garante riguarda la prima registrazione; quindi potrebbe limitarsi a pagare l'imposta; in fondo nel passaggio da un regime all'altro non si calcolano neanche le marche da bollo.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno.
Vorrei sapere se è possibile prevedere una fidejussione in cui intervengono più persone in modo solidale o è necessario prevedere una fidejussione per ogni fidejussore e quindi pagare lo 0,50% su tutte le fidejussioni.
Nel mio caso vorrei chiedere le fidejussioni personali di tutti i soci (4) di una start up per una locazione commerciale.
Grazie. Maurizio

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Maurizio, solitamente la fideiussione viene rilasciata in forma unica a copertura e garanzia del contratto; la richiesta di più fideiussioni personali risulta eccessiva.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Isabella, ho appena firmato un contratto di affitto per attività commerciale 6+6 in qualità di proprietario. Nel contratto c'è la figura di un Garante/Fideiussore, terza persona, che copre l'intera durata del contratto però per un massimo di 12 mensilità in caso di inadempimento.
Riterrei corretto pagare l'imposta sulla fideiussione dello 0,5% solo sui 12 mesi in quanto copertura massima.
Il problema è che il contratto prevede un affitto a scaglioni, pertanto che faccio??? Pago l'imposta sull'annualità più alta?
Ringrazio anticipatamente e saluto cordialmente.
Bruno

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Bruno, la garanzia copre 12 mesi ma garantisce l'intero periodo contrattuale, quindi lo 0,50% va calcolato sui sei anni di canoni, sommando le annualità con diversi importi.

Non ci sono ancora commenti
Carica Altri Commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi