Cerca

Entrare e lasciare un luogo ha le sue regole, proprio come un giro di valzer. E per essere dei buoni partner bisogna conoscerle e rispettarle, a tutto vantaggio di una bella coreografia. L’incontro tra pensieri e spazi però molto spesso ha le sue difficoltà. Tra vicende particolari, cavilli e casi che si ripetono sempre uguali, diamo voce alle vostre storie e chiediamo lumi al nostro esperto.

Rimani aggiornato sull'argomento

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Ottobre 31, 2018
Visite: 3526

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Inquilino in affitto in una casa venduta all’asta: come muoversi?


Sarà la crisi, saranno i tanti annunci che ormai proliferano su portali, magari del tutto dedicati alla vendita tramite asta, sarà la caccia all’affare che spesso si pensa sia associato all’asta, sarà una moda.. di certo capiterà a un numero sempre maggiore di inquilini di abitare in case messe all’asta o già vendute. Cosa fare in questi casi? L’aggiudicatore dell’asta ha diritto di chiedere all’inquilino di liberare l’immobile? Il contratto in essere continua ad avere valore? Questi e tanti altri dubbi assalgono un inquilino di una casa “astata”.

Leggi tuttoCome d’incanto! Cosa fare se la casa in affitto va all’asta?
by Andrea Cioli
in Esperto
on Ottobre 23, 2018
Visite: 14457

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

L'annosa questione del rinnovo del 3+2

In ogni settore esiste una domanda che, seppur posta di frequente ed apparentemente semplice, riceve risposte varie e contrastanti.

Nel campo della locazione non è difficile capire di quale domanda si tratti, basta andare da almeno 5 professionisti del settore, magari non specializzati, e chiedere a bruciapelo a ciascuno di essi: “Ma un contratto 3+2 che arriva alla sua seconda scadenza senza essere disdettato, di quanti anni si rinnova?”. Le risposte diverse sarebbero almeno 3, ma potremmo anche essere fortunati (?) e pescare il jolly: 4 risposte diverse.

Leggi tuttoContratto 3+2, cosa succede al quinto anno?
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Ottobre 17, 2018
Visite: 9889

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Tutto quello c’è da sapere sul contratto transitorio.

Sono sempre particolarmente numerosi i quesiti che riceviamo rispetto alla stipula di un contratto transitorio. La preoccupazione dei proprietari riguarda principalmente la motivazione di transitorietà e la minaccia di una possibile “trasformazione” in contratti liberi di 4 anni + 4. Molti, ancora, i dubbi dei proprietari relativi all’applicazione della cedolare secca, soprattutto con aliquota agevolata del 10%. Le domande, lato inquilino, riguardano invece prevalentemente la durata del contratto, la possibilità di prendere la residenza e altri aspetti delle condizioni contrattuali.

Leggi tuttoContratto transitorio: i dubbi di proprietari e inquilini.
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Ottobre 03, 2018
Visite: 2977

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Quali scadenze deve mettere in calendario un proprietario?


Per il proprietario di un immobile la gestione del patrimonio fiscale comporta uno sforzo ed un impegno determinati dalle tante scadenze fiscali che dovrà rispettare per poter essere in regola e pagare le tasse dovute. Avere uno scadenziario impostato, da aggiornare in caso di novità rispetto ad esempio all’utilizzo dell’immobile, la data di un contratto ed altre novità, può indubbiamente essere di sostegno nel rispettare le date, evitando sanzioni e quindi ulteriori spese rispetto alle già tanto “sofferte” tasse.
Quali sono, quindi, gli adempimenti che un proprietario deve segnare in calendario per essere in regola?

Leggi tuttoIl calendario fiscale del proprietario di casa.
by Andrea Cioli
in Esperto
on Settembre 24, 2018
Visite: 106520

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Possibilità per un solo comproprietario di affittare e dichiarare il reddito percepito

Spesso un immobile non ha un unico proprietario ma, per svariati motivi (eredità, comunione ecc.), appartiene a più soggetti.

Ora,  può capitare che, per altrettanto svariati motivi, sia uno solo dei comproprietari ad occuparsi della gestione dell’immobile, e che gli altri se ne disinteressino. E’ dunque importante definire se sia possibile per il singolo comproprietario mettere “in autonomia” a reddito l’immobile e dichiarare interamente il conseguente reddito percepito o se, invece, valgano regole differenti.

Leggi tuttoChi dichiara il reddito se ad affittare è il singolo comproprietario? Le novità 2018
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Settembre 21, 2018
Visite: 122339

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Quando è possibile richiedere l'aggiornamento Istat?

L'aggiornamento del canone è l'unica modalità concessa al proprietario per poter aumentare il canone d'affitto durante il periodo contrattuale. Il meccanismo è vincolato però all'indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) al netto dei tabacchi. Come funziona quindi? C'è differenza tra il contratto per il mio appartamento e quello per il negozio? Posso richiederlo nella stess amodalità e cifra?

Leggi tuttoAggiornamento Istat: quanto e quando?
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Settembre 20, 2018
Visite: 9556

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

I conti per un inquilino in cerca di casa!


Si fa presto a dire “cambio casa.. cambio città”, oppure “cerco uno spazio tutto mio, andiamo a convivere”. La soddisfazione dei desideri sembra presentare il conto.. quello per andare a vivere in affitto è un conto, variabile certamente, ma in ogni caso non è gratis.
Per andare a vivere in affitto un inquilino deve fare i conti, oltre che col canone che dovrà mensilmente pagare, con le spese iniziali, quelle da sostenere prima di poter godere (speriamo) della scelta fatta; oltre ad una serie di spese fisse e altri costi una tantum.
Quanti e quale spese? Di che cifra parliamo?

Leggi tuttoQuanti soldi ci vogliono per andare in affitto?
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Settembre 06, 2018
Visite: 11920

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

I dubbi sui contratti per studenti fuori sede. Come affittare con sicurezza.


Affittare con sicurezza è la nostra mission. Da sempre gli studenti universitari sono tra gli inquilini più numerosi e “fedeli”, rappresentano quel target clienti su cui un proprietario di immobili può sempre contare. Eppure sono spesso anche gli inquilini più “maltrattati”, quelli a cui si propongono contratti in nero, immobili datati, mobili improbabili, condizioni al limite del legale. Proviamo, allora, a capire quali sono i dubbi principali di chi deve stipulare un contratto per o come studente fuori sede. Con la filosofica certezza che solo chi dubita conoscerà la verità.

Leggi tuttoContratto per studenti fuori sede: i dubbi da sciogliere.
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Agosto 10, 2018
Visite: 227487

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Agevolazioni prima casa 2019: anche se affittata?

Un quesito che spesso chi ha acquistato con le agevolazione definite "prima casa" si pone nel momento in cui dovesse decidere di far fruttare il proprio investimento attraverso l'affitto. La questione è: posso affittare senza perdere le agevolazioni? Anche prima dei 5 anni?
Insomma, c'è un modo per investire nella prima casa e iniziare a guadagnare da subito, rientrando dell'investimento, mettendolo in affitto senza dover aspettare?

Leggi tuttoPosso affittare la prima casa?
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Agosto 10, 2018
Visite: 107306

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Prima casa affittata: diventa una seconda casa?

La definizione di prima casa è da sempre un argomento di grande interesse. Il fatto è che in realtà il concetto di prima casa viene spesso confuso e sovrapposto a quello di abitazione principale. Una prima casa, nel senso di unico immobile posseduto, potrebbe diventare in effetti una seconda casa, ai fini fiscali, se non viene utilizzata come abitazione principale dal suo proprietario. Il concetto potrebbe apparire come un paradosso nei termini e rappresenta indubbiamente un rompicapo per i tanti proprietari italiani. Proprietari di prima casa che scoprono poi di dover pagare come possessori di seconde case.. e i conti non tornano mai!

Leggi tuttoPrima e seconda casa definizione e casistiche, le tasse da pagare. Storia di una prima casa che...
×
Rimani in contatto con noi