Cerca

Rimborso spese per affitto studenti universitari: come indicarli in sede di dichiarazione dei redditi.

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Dicembre 18, 2014
Visite: 6728

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Spesso gli inquilini ci chiedono come poter portare in detrazione le spese per l'affitto, ma ahinoi rispondiamo che questo non è possibili. Come spiegato più volte gli inquilini, al momento, hanno diritto solo a detrazioni irpef, a seconda della loro condizione personale, del tipo di contratto e del reddito. Unica eccezione per gli studenti universitari fuori sede, le cui famiglie possono portare in detrazione una quota del canone annuo investito nell'affitto. Come? Bisogna tenere traccia delle ricevute mensili?

 

Buongiorno,
avrei bisogno di sapere se per la presentazione del Mod. 730 basta solo presentare il contratto di locazione registrato o servono anche le ricevute di affitto. Ho affittato un bilocale a Euro 440,00 mensili per mio figlio studente presso l'università del luogo, il contratto è registrato a nome del ragazzo, ma il bonifico è stato eseguito dal padre da cui sono separata. La padrona di casa non vuole rilasciarmi le ricevute di affitto a nome del ragazzo (che risulta a carico mio) poiché ha paura che se Le faranno dei controlli possono pensare che con le ricevute ed il bonifico la Sig.ra abbia incassato il doppio (440,00 bonifico e 440,00 ricevute d'affitto)
Come mi devo comportare per poter detrarre dal 730 tali somme?
Grazie per il Suo aiuto
Francesca

Cara Francesca,
facciamo un passo indietro partendo da una precisazione:
• la detrazione del 19% delle spese per i canoni di affitto spetta agli studenti universitari iscritti ad un corso di laurea in una città diversa da quella di residenza e distante almeno 100 chilometri; nonché in una diversa provincia rispetto a quella di provenienza.

Detto questo, rispondiamo al suo quesito specificando che i documenti le sarebbero utili solo in caso di controlli o richiesta da parte dell'Agenzia delle Entrate. A quel punto i documenti da esibire sono: il contratto di affitto e le ricevute o quietanze di pagamento dei canoni.
Mentre in sede di dichiarazione dei redditi, nel Modello 730/2014, come da sua richiesta, sarà sufficiente indicare le spese nei righi da E8 a E12; il codice spesa è 18.

Altre precisazioni:
• la detrazione è riconosciuta per un importo di spesa non superiore a 2.633 euro;
• se la spesa è intestata ad entrambi i genitori, si presuppone che gli stessi vi contribuiscano al 50% e quindi potranno ripartirsi equamente anche la detrazione, calcolando il limite massimo, per ciascun genitore, di 1.316,50 euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Le 5 detrazioni Irpef per gli affitti che puoi scaricare con la dichiarazione dei redditi 2016.
Affitti a studenti universitari fuori sede, dal fisco uno sconto del 19%.

 

 

Presentazione Autore
Isabella Tulipano
Author: Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Commenti (9)

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno ,mio figlio andrà a fare l università in un altra cita ,per questo abbiamo presso un appartamento in affitto con altri due ragazzi .Allora ,per non so quale motivo il proprietario vuole avere un solo bonifico da parte dei tutti tre ragazzi che lo fara un solo genitore (altri genitori dovrano fare bonifico con la loro quota a questo genitore che dovrà a sua volta a fare il bonifico al proprietario ..la mia domanda è quando dovrò fare la dichiarazione dèi redditi nel 730 come potrò dimostrare miei pagamenti ..!? Il proprietario dice che può farmi avere la ricevuta però.. Grazie anticipato.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Sandra, può usare direttamente il bonifico che versa al genitore, specificando nella causale il pagamento del canone, o chiedere appunto la ricevuta che sarebbe un documento valido.

This comment was minimized by the moderator on the site

Grazie mille per la suo celere risposta

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno,
Abbiamo comprato io e mio marito un appartamento in una città universitaria.
Abbiamo intestato il 50% di tutta la proprietà alla figlia e l'altro 50% la nuda proprietà sempre alla figlia e l'usufrutto a me e a mio marito.
Tale appartamento sarà occupato in parte dalla figlia ivi residente. un'altra parte la può affittare a posti letto a studenti universitari?
relativamente alla tassazione conviene alla figlia fare la cedolare secca o optare per la tassazione normale, visto che non ha reddito in quanto studentessa universitaria.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Elisabetta, può stipulare dei posti letto, rispetto però ai contratti però sua figlia usa il 50% di proprietà come sua abitazione principale, ma sull'altro 50% siete voi, come usufruttuari, a poter decidere e quindi intestare i contratti con relativo carico del reddito che ne deriva

This comment was minimized by the moderator on the site

Buogiorno,
Abbiamo comprato io e mia moglie un appartamento in una città universitaria.
abbiamo intestato la nuda proprietà alla figlia che per tale quota ha agevolazioni prima casa ,con l'obbligo quindi di richiedervi la residenza. mentre per noi abbiamo l'usufrutto.
tale appartamento sarà occupato in parte dalla figlia. un'altra parte la può affittare a posti letto a studenti universitari?. relativamente alla tassazione conviene alla figlia fare la cedolare secca o optare per la tassazione normale ,visto che non ha reddito in quanto studentessa universitaria.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Nino, se la figlia ha la residenza potete stipulare contratti di posto letto, ma se avete l'usufrutto sul bene, allora i contratti vanno intestati a vostro nome e siete voi a dover pagarci le relative imposte.

This comment was minimized by the moderator on the site

buongiorno,
a seguito di un controllo agenzia delle entrate dovrei presentare copia dei bonifici effettuati nel 2011 per l'affitto di una casa per mio figlio universitario. ho il contratto ma ho perso le ricevute difficili da rintracciare con la banca.
produrre una dichiarazione di avvenuto pagamento da parte del padrone di casa e' sufficiente?

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Rossella diciamo che una documentazione oggettiva sarebbe meglio, ma provi a capire con chi gestisce la pratica se possono valutare anche una dichiarazione di questo tipo.

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto