Cerca

10 cose che ho imparato sul packaging da trasferimento

by Redazione BlogAffitto
on Luglio 31, 2013
Visite: 2058

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Impacchettare. Questa è la parola d’ordine di ogni trasloco che si rispetti. I vecchi scatoloni con gli oggetti avvolti nelle pagine del quotidiano ormai sono solo un timido ricordo. Le aziende di trasloco hanno studiato mirabolanti soluzioni perché l’incommensurabile contenuto di una casa viaggi veloce e incolume.

Ad ogni modo che sia un cartone appendi abiti multiaccessoriato o una cassa ammortizzata, c’è sempre del lavoro da fare. E, come abbiamo detto, l’esperienza insegna. Allora ecco 10 cose che ho imparato preparando il mio trasloco.

 

 

 

 

 

 

  1. Se puoi, organizza il trasferimento da ottobre ad aprile, il mio è fissato il 7 agosto, ho giusto aspettato Caronte!
  2. Se in gioventù hai passato ore giocando a Tetris, hai finalmente dato uno scopo a quella che pensavi un’immane perdita di tempo.
  3. Non si ha idea di quante cose si possano accumulare in una casa (piccola o grande che sia) finché non si devono spostare e inscatolare.
  4. Lo scotch delle società di trasloco fa impallidire tutti i nastri da imballaggio che tenevi preziosamente nel cassetto in caso di bisogno.
  5. Maturità è gettare lo scontrino del primo incontro del tuo secondo fidanzatino senza dire “Mi dispiace!”.
  6. Esistono tre tipologie di amici: quelli che nei giorni di fuoco stanno alla larga, quelli che ti chiamano e ti dicono dimmi quando devo venire e quelli che si presentano a casa muniti di birra.
  7. Al terzo scatolone ti senti un dio, al quindicesimo uno straccio, quando hai superato il trentesimo inizi a pensare che non ce la puoi fare.
  8. Non c’è una motivazione plausibile per cui uno si trovi a spostare tre servizi di calici da 12!
  9. La vita sociale italiana evidentemente non è fatta per il trasferimento. C’è un’affinità totale tra le nostre case in mattoni e quello che contengono. Non è un caso che in America le facciano di legno e cambino almeno 3 case in una vita!
  10. Forse non lo sapevo, ma potevo partecipare ad una puntata di sepolti in casa. Anzi... a ben pensare sono ancora in tempo!
Presentazione Autore
Redazione BlogAffitto
Author: Redazione BlogAffitto

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto