Cerca

Capodanno 2013 a casa con lo chef.

by Redazione BlogAffitto
on Dicembre 29, 2012
Visite: 2200
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Per quelle/i che iniziavano a luglio ad organizzare il Capodanno, per quelli/e che era indispensabile scegliere il locale esclusivo, per quelle/i che una settimana prima decidevano cosa mettersi comprando nel negozio più cool il "vestito della festa", per quelle/i che passavano tutto il pomeriggio dalla parrucchiera per farsi fare un'improbabile acconciatura, una di quelle impalcature che rimanevano intatte fino all'epifania, per quelle/i che spendevano uno stipendio per un cotechino stracotto e uno spumante da 4 mila lire +iva,

per quelli che si aspettavano scintille e che invece si ritrovavano puntualmente alla fine della serata a dire "il prossimo anno cambiamo posto", per tutti quelli che erano abituati ad una vera festa di capodanno, a loro è dedicato un nostalgico pensiero, una passeggiata nei loro ricordi, un sorriso in bianco e nero. Perché? Perché solo il 21% degli italiani trascorrerà il capodanno 2013 fuori casa. Vuoi la crisi, vuoi la decisione di non versare neanche 15 euro di caparra che magari i Maya ritardano la fine del mondo, ma sta di fatto che quest'anno il capodanno sarà esclusivamente trascorso in casa.


Secondo un'indagine di Confesercenti anche il 2012 segue la tendenza dello scorso anno, 8 italiani su 10 passeranno la sera di capodanno con la propria famiglia o a casa di amici, ma comunque in abitazioni private.
Meno di 75 euro a testa è la spesa ipotizzata per il veglione contro i 92 dello scorso anno. Ma da buongustai italiani in tempo di crisi sappiamo tagliare dove serve: si elimina il vestito, il trucco e parrucco, ci si scorda del locale in e ci si accontenta di una taverna riscaldata, ma guai a toccare il cibo. Quello rimane al primo posto nella classifica delle priorità.

dolceForse per pogrizia o per non rinunciare ad un cenone di qualità, sempre più persone spendono l'intero budget rivolgendosi ad uno chef a domicilio per la preparazione di un prelibato banchetto di fine anno. Ospitare gli amici a casa e cucinare per tutti significa trascurare il piacere di stare con loro ed essere costretti ad andare avanti e indietro dalla cucina rischiando oltretutto di non curare i dettagli dei piatti. Uno chef a domicilio invece permette di stare seduti a tavola e chiacchierare gustando un menu concordato e qualitativamente ricercato. In questo modo i padroni di casa dovranno solo contribuire all'allestimento della sala da pranzo con contorno di musica e tante chiacchiere!

La moda arriva dagli Stati Uniti e online si trova una moltitudine di siti anche italiani realizzati ad hoc per chef, cuochi, sottocuochi, casalinghe e 'zdore che offrono i loro servizi gastronomici per tutte le tasche e per tutte le richieste (vegetariani, etnici, carnivori e onnivori). Il capodanno 2013 non sposta la gente da casa, ma solo la cucina dal ristorante a casa.

Presentazione Autore
Redazione BlogAffitto
Author: Redazione BlogAffitto

Commenti (1)

This comment was minimized by the moderator on the site

SENTA SCUSI QUANTO VIENE UN CENONE X 2 PERSONE

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto