Cerca

Diario semiserio di un trasferimento prequel

by Redazione BlogAffitto
on Luglio 24, 2013
Visite: 3134

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

C’era una volta… un re? No. Un pezzo di legno? Neanche!

C’era una volta una famiglia che voleva cambiare città. Ovviamente niente principi e principesse o castelli incantati, una famiglia verissima e modernissima: mamma con due figli e papà con una bimba (l’immagine di copertina è puramente indicativa, tutti non ci stavamo!).

Una di quelle famiglie tetris, insomma, che ogni tanto si è in tre, altre volte in quattro… ma quando si riesce ad incastrare gli impegni di tutti ci si ritrova in cinque, raramente, purtroppo o per fortuna, in formazione coppia di fidanzatini. Dimenticavo c’è anche uno prezioso stuolo di nonni, zii, zie e qualche animale in ordine sparso da ricongiungere nella casetta ideale.
Ma che tipo di casa? Compriamo, affittiamo? Cosa è indispensabile sapere e a cosa è bene  non pensare?
Come si dice “l’esperienza insegna” e traslocare, quando si lavora da anni in campo immobiliare, è davvero un interessante cambio di punto di vista, che in parte conferma ciò che ci dicono statistiche e giornali e in parte insegna che quando le cose si vivono è tutta un’altra storia.
Noi, insomma è chiaro che quella di cui parlo è davvero la mia famiglia, abbiamo dovuto fare i conti con una casa da vendere, un mutuo da trovare, una casa da acquistare (o affittare?).
In questo anno o poco più che ha preceduto il trasloco credo di aver imparato:

  1. Le case nuove non si sono deprezzate poi così tanto, mentre quella vecchia che tu hai necessità di vendere sì!
  2. Se dovete chiedere un mutuo munitevi di tantissima pazienza, perché, nonostante lauree e lavori a tempo indeterminato, tranne che non abbiate uno stuolo di parenti pensionati a farvi da garanti (ormai sono gli unici considerati sicuri) vi sentirete dire che avete ogni sorta di rischio, anche quello “sociale” (Mah!).
  3. Quando firmate un preliminare fatelo leggere ad un avvocato, se non ne conoscete uno, investite qualche centinaio d’euro per evitare tristi e ben più costose sorprese!
  4. Quando una compravendita salta perché il costruttore di cui ti sei tuo malgrado fidato ha tradito la tua fiducia, può arrivare l’affitto a salvarti il futuro!

Per ora è tutto. Noi siamo pronti per partire, in una casa che ha tutto ciò che ci serve (compresi camera degli ospiti per parenti e amici e giardino per gli animali) in affitto. Ovviamente è solo l’inizio dell’avventura. Alla prossima con scatoloni, variazione utenze and c.
E voi? Siete stati alle prese con un trasferimento negli ultimi mesi o ne avete uno in previsione? Raccontate se vi pare!

Presentazione Autore
Redazione BlogAffitto
Author: Redazione BlogAffitto

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto