Cerca

Un battello chiamato Amore

by Redazione BlogAffitto
on Febbraio 16, 2013
Visite: 1724
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Presa dall'ondata del valentinismo imperante e decisa a velare per un po' il mio fastidioso cinismo dedico una favola a chi ha il potere di far star bene le altre persone. Semplice e difficilissimo.


C'era una volta, emersa da mari lontani, l'isola dei sentimenti in cui convivevano amabilmente tutti i sentimenti in un'oasi di serenità e quiete. Un giorno però il cielo improvvisamente si oscurò, il sole fu investito da dense nubi nascondendo il sereno, uno scrosciante diluvio nacque dal cuore dell'infinito e l'onda del mare s'abbatté incessante sulla vita serena dell'isola sotto il soffio di un vento apocalittico.

I sentimenti furono travolti dall'improvvisa forza del nubifragio e tutti perirono sotto la furia persistente della natura, tutti tranne uno: l'amore. L'unico sopravvissuto alla catastrofe si ritrovò solo a cercare un modo per raggiungere la terra ferma. Dopo qualche tempo passò da lì un battello, era la Ricchezza. Amore chiese un passaggio per la salvezza, ma la Ricchezza rispose "io sono già piena di oro e argento e non c'è posto per te su questo battello".

Amore non si diede per vinto e fermò il secondo battello che passò dall'isola, ma anche lui non si fermò perché era l'Orgoglio e rispose "io sono troppo ingombrante, non c'è posto per te". Sempre più demoralizzato Amore fermò il terzo battello, era la Malinconia e anch'essa gli rispose "io sono carico di tristezza e inquietudine, preferisco navigare da solo, non c'è posto per te!"

A quel punto Amore fu davvero disperato, soffocato dal pensiero di una vita trascorsa in solitudine e sconfortato dall'insensibilità dei battelli incontrati. Ma toccato il punto più mesto della sua sventura fu raccolto da un vecchio e impietosito battello che lo portò alla salvezza. Una volta raggiunta la terra ferma Amore godette dell'estatica felicità per essere stato salvato da un invivibile abbandono.

Così travolto dall'entusiasmo si allontanò dal battello affrancatore per respirare nuovamente l'aria da Amore liberato. Nel sul eccitante girovagare si rese conto di non sapere neppure il nome del battello che l'aveva portata alla salvezza così chiese informazioni alla Sapienza che a sua volta rispose: "il battello salvatore è il Tempo". "Il Tempo?" rispose Amore "Perché mai il Tempo mi ha aiutato?". La Sapienza rispose: "Perché solo il Tempo non ha fretta di comprendere quanto sia grande e importante l'Amore nella vita".

Presentazione Autore
Redazione BlogAffitto
Author: Redazione BlogAffitto

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto