Cerca

Contatti

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La nostra mission: conoscere cambia le cose, incontrarsi illumina il cammino, sapere è potere. Ecco gli unici luoghi comuni che troverete su questo blog, tutto il resto lo costruiremo insieme, partecipando!

Blog Affitto by Solo Affitti S.p.A.
Via Tortona n 190 · 47522 Cesena, Fc
Sito: www.soloaffitti.it
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenti (160)

This comment was minimized by the moderator on the site

GRAZIE PER LA SUA RISPOSTA DOTT.SSA ISABELLA TULIPANO.Anna

This comment was minimized by the moderator on the site

Ho letto il calcolo fatto per l'affitto di un appartamento,in base ai nuovi accordi territoriali 2019 di ROMA CAPITALE.
ANCHE SUL VALORE MASSIMO PUò ESSERE AGGIUNTO IL 15% SE MOBILIATO?.
A ME L'ASS.SINDACALE NON LO HA AGGIUNTO DICENDO CHE C'è UNA PRECISAZIONE NELL'ACCORDO e non si può.
SAPREBBE DIRMI SE è VERO E DOVE è SCRITTO? La segretaria ha detto che se veniva aggiunto dava errore.
GRAZIE.Anna

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Anna, in effetti sembra che n caso di valore massimo non sia possibile aggiungere altre maggiorazioni. Si tratta di un'interpretazione della norma, ma al momento rappresenta l'interpretazione più seguita

This comment was minimized by the moderator on the site

Buonasera,

sono un'imprenditrice che gestisce da 2 anni una CAV non imprenditoriale su Milano; faccio affitti brevi, (max 30 gg con Airbnb o Booking).Ultimamente un cliente di Booking, che è un'azienda di Napoli, che aveva prenotato per i suoi dipendenti in trasferta a Milano, la mia struttura per 30 gg, mi ha esternato la volontà/necessità di rinnovare la prenotazione per un anno circa. Il cliente ha già raggiunto i 30 gg della locazione breve, per cui gli ho proposto, previa necessaria chiusura della mia attività di CAV, per il prossimo mese di sottoscrivere un contratto transitorio( ci sono tutti i presupposti), per 30 gg, così non devo registrarlo e poi rinnovarlo di volta in volta...
Volevo chiedere:
1 posso fare tutto ciò, sono in regola o devo osservare un periodo di intervallo tra l'affitto breve e il transitorio?
2 Per il contratto di un mese devo far pagare la tassa di soggiorno agli inquilini, anche se già pagata per gli affitti passati?
3 una volta sottoscritto il contratto transitorio di 3 mesi o un anno, quali comunicazioni devo inviare obbligatoriamente( questura, comune,ecc)?
Grazie in anticipo per la vostra assistenza

Nausica Demartino

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno, non c'è un intervallo di tempo, quindi l'immobile può essere subito affittato. Come contratto transitorio deve rispettare però il calcolo del canone concordato di Milano e quindi registrare il contratto. Non vi è più una tassa di soggiorno e le pratiche in questura vanno presentate se parliamo di cittadini stranieri.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno, una agenzia mi ha proposto l'affitto di un loft (abitazione) da stipularsi con contratto uso commerciale 6+6. Vorrei sapere quindi se abitare in un locale uso ufficio è regolare e se non lo è a quali sanzioni si va incontro.
P.s.: mi è stato inoltre detto che è normale per un loft essere affittato con tale tipo di contratto

Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta e porgo cordiali saluti.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Andrea, lei non sarebbe in regola dal punto di vista della residenza e quindi di eventuale detrazione; il proprietario di fatto stipula un contratto uso diverso; quindi dichiara un utilizzo diverso da quello reale.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno.
Ho letto velocemente le novità del decreto crescita.
L'obbligo di registrare l'immobile vale anche per gli affitti brevi di una porzione dello stesso immobile? e qual'è la tassazione?
Grazie

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Daniela, in realtà l'obbligo nasce proprio per controllare gli affitti brevi; quindi occorre registrarlo anche per affitti di porzione. Non vi è una tassa sulla registrazione, ma solo imposte sui redditi percepiti.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno. Purtroppo sono caduta nella disonestà del mio locatore e mi ritrovo in questa situazione:a maggio contatto il locatore chiedendo se fosse possibile tralasciare i sei mesi di preavviso in quanto intenzionata nella ricerca per acquistare un immobile (mi è nato un bambino e nel bilocale in cui sono in affitto non entro). Mi risponde dicendo che non ci sono problemi. Ed io mi sono fidata. Rimaniamo con l'accordo che una volta individuato l'immobile, gli avrei dovuto mandare la famosa raccomandata. E così ho fatto. Nella raccomandata scrivo che lascio l'immobile a Settembre e che, come da accordi telefonici, nulla sarà più dovuto da quel mese. La sua risposta, tramite messaggio WhatsApp:"Nella sua comunicazione fa riferimento ad accordi intercorsi con i conduttori che non sono mai stati concordati né in forma scritta, né per le vie brevi. Pertanto Le chiedo di attenersi a quanto previsto ai sensi e per gli effetti dell'articolo 8 del contratto di locazione sottoscritto dalle parti e regolarmente registrato ovvero al pagamento del canone di locazione pattuito sino a Gennaio.
In mancanza mi riservo di interessare le autorità pubbliche competenti per il rispetto dei termini del contratto vigente".
Non avendo registrato la mia famosa telefonata non ho nulla a cui appellarmi.
Così mi ritrovo a pagare mutuo ed affitto per ben 6 mesi, con un neonato. Ho provato a riparlare con il locatore ma nega il nostro accordo e vuole i sei mesi di preavviso.
La mia domanda per voi:
-c'è qualcosa che posso fare?
-posso lasciare l'immobile alla scadenza dei sei mesi di preavviso? Perché io nella disdetta avevo scritto Settembre.
Grazie

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Veronica, l'unica cosa che potrebbe fare è cercare un nuovo inquilino; dal momento in cui l'immobile venisse riaffittato lei non avrebbe più obbligo di pagamento.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno.
Un proprietario possessore di più immobili può affittare un immobile con contratto 'ordinario' ed un altro immobile con 'cedolare'?

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Tommaso, la scelta è singola su ogni immobile/contratto; è vincolante solo in caso di affitto dello stesso immobile in diverse porzioni.

This comment was minimized by the moderator on the site

Salve, dal 1 Luglio 2018 ho stipulato un contratto Transitorio per 12 mesi, per un immobile ammobiliato con servizi aggiuntivi (internet, PC TV, ecc) di 70 m2 in Roma Monteverde; il contratto era molto accurato ed includeva le pregiudiziali della Transitorietà (giovane straniero ma con residenza presso l'ex suocero, separato recentemente dalla coniuge, da cui l'esigenza di appoggiarsi in altro immobile + esigenza del proprietario di ristrutturare l'immobile affittato dove ha lasciato la sua residenza. Ora mi dicono che da Marzo 2019 è divenuto obbligatorio far siglare il contratto da una delle Associazioni di Categoria per poter fruire della Cedolare secca al 10% nella compilazione del 730 2019 (ficale 2018). Da parte dei commercialisti incaricati per redigere i documenti fiscali ho ottenuto pareri discordanti: taluni affermano che se il contratto non fu siglato dalle Associazioni nel 2018 la cedolare secca non può essere del 10% ma del 21%, altri sostengono che per i contratti dello scorso anno non c'era l'obbligo dell'approvazione del cannone concordato dalle Associazioni di Categoria ma che questo c'è da Marzo del 2019. Qual è il Vostro punto di vista ? AdE si è espressa chiaramente in tal senso ? Grazie Mario

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Mario, non credo ci sia ancora un parere ufficiale, ma certamente un obbligo non può essere retroattivo rispetto ad un accordo che nel 2018 non era stato ancora siglato. Quindi se dovesse ora stipulare un nuovo contratto, questi non potrebbe necessariamente riportare l'asseverazione di una delle associazioni di categoria rispetto alla correttezza del canone applicato.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno, avevo un contratto di affitto 4+4 uso abitativo, nel complesso residenziale alcune gestioni esterne sono affidate a un consorzio e comprendono anche l'urbanistica.vorrei cortesemente sapere se il consorzio è a carico del proprietario o dell'inquilino ?.premetto che nel contratto di locazione non vi è alcuna voce specifica che parla di spese consortili ma solo di spese relative al condominio posto il testo esatto riportato sul contratto :
"Sono interamente a carico del conduttore le spese, in quanto esistenti, relative al servizio di pulizia, alla fomitura dell'acqua nonché del gas, dell'energia elettrica, del riscaldamento e della tassa pe-r lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, nonché alle fomiture degli altri servizi comuni".
Grazie.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Simona, se consideriamo questo consorzio alla stregua di un amministratore, la spesa compete alla proprietà.

This comment was minimized by the moderator on the site

L aringrazio per la risposta .
si il consorzio gestisce le aree esterne, urbanistica , illuminazione e cura dele aree verdi che non gestisce il comune.il calcolo e la gestione è affidata all'amministratore e le inserisce le spese del consorzio nel consuntivo spese annuale.pertanto Lei mi conferma (anche come da dicitura del contratto che le ho postato) che è di competenza della proprietaria?
pertanto anche dal congluaglio annuale e consuntivo spese anche tutte le spese per sostituzione e spese straordinarie?
La ringrazio molto per la cortese risposta.
saluti

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Simona, per le opere di manutenzione ordinaria sulle parti in comune di cui anche lei può usufruire allora le spese le competono, per quelle straordinarie, invece, la spesa è del proprietario.

This comment was minimized by the moderator on the site

La ringrazio.mi scuso ma a questo punto non riesco a capire dalla sua risposta se anche il consorzio rientra in quelle che definisce spese ordinarie o se comunque sul contratto a prescindere deve essere riportata la voce "spese relative al consorzio".
mi perdoni la mia insistenza e se approfitto della sua cortesia, ma non vorrei poi incorrere in problemi futuri.
grazie di nuovo.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Simona, le spese che il consorzio fa rispetto a parti in comune rientrano nelle spese a suo carico, come riportato nel contratto in cui si parla di fornitura di servizi comuni.

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno, ho in corso di validità i seguenti contratti di locazione:
Dal 2008 un contratto di locazione ad uso commerciale (6+6) prorogato nel 2014;
Dal 2012 un contratto di locazione ad uso abitativo (4+4) con l'opzione per la cedolare secca prorogato nel 2016,
Nel 2020 scadranno entrami, avendoli già prorogati una volta posso fare una seconda proroga mediante la semplice presentazione dell'RLI all'Agenzia delle Entrate o devo stipulare due nuovi contratti?
Grazie

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Domenico, se i contratti si rinnovano alle stesse condizioni è sufficiente registrare un'altra proroga.

Non ci sono ancora commenti
Carica Altri Commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi