Cerca

Affittopoli, quanto costano veramente gli affitti a Roma?

by Chiara Bianchi
on Febbraio 10, 2016
Visite: 1674
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Quanto si paga il canone d'affitto a Roma

Affittare un’abitazione a Roma con vista panoramica sui Fori Imperiali a pochi euro al mese: possibile? Sembra una bufala, ma c’è chi l’ha fatto per anni. Si tratta dell’ultimo scandalo italiano, un caso di mala gestione da parte di dirigenti del comune di Roma che non hanno aggiornato i canoni di locazione. Ma quanto costerebbero nella realtà del mercato i canoni degli appartamenti che si trovano in zone così centrali e di pregio?


Dal Colosseo a piazza Navona, passando per Trastevere e via dei Coronari, sono oltre 870 gli immobili finiti nel mirino dei controlli dopo il recente scoppio di Affittopoli, lo scandalo degli affitti low cost a Roma. Un caso all’italiana, nel quale si intrecciano clientele politiche, favoritismi e una sconvolgente indifferenza, se non addirittura complicità, dell’amministrazione della Capitale sul patrimonio immobiliare pubblico più grande al mondo. Si calcola che per i 43.053 immobili affittati a privati, il Comune abbia incassato mediamente 52,26 euro al mese, spendendone quasi 270 per manutenzioni, aggio della ditta privata che gestiva gli immobili e spese varie, con una perdita di oltre 111 milioni di euro.

Ma quanto avrebbero dovuto pagare in realtà gli inquilini di questi immobili, spesso situati nelle zone di pregio di una città unica al mondo? Per darvi un’idea, abbiamo stilato una mappa delle zone in cui sono state verificate alcune delle anomalie nei canoni pagati per gli affitti di abitazioni pubbliche, e li abbiamo incrociati con i dati dell’Ufficio Studi Solo Affitti che rispecchiano i valori reali medi di mercato. Ecco quanto avrebbe dovuto incassare il Comune di Roma!

Affittopoli Roma

 

Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto