Cerca

Bonus mobili e grandi elettrodomestici, ecco i nuovi requisiti per usufruire delle detrazioni.

by Chiara Bianchi
on Febbraio 05, 2014
Visite: 3361

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L'Agenzia delle Entrate cerca fare un po' di chiarezza sui requisiti necessari per beneficiare delle detrazioni sull'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici dopo che, con la Circolare 29/E/2013, ha ristretto la lista ai soli lavori rientranti nella categoria della manutenzione straordinaria o in categorie di lavori più importanti.


350px-Bonus 12-7Per poter usufruire del bonus mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ (A per i forni) bisognerà aver fatto almeno un intervento di manutenzione straordinaria in casa, se non lavori più pesanti quali il restauro e risanamento conservativo, la ristrutturazione edilizia, interventi su immobili danneggiati da calamità naturali o interventi di recupero edilizio di interi fabbricati da parte di imprese di costruzione. E' quanto chiarisce l'Agenzia delle Entrate nel corso di Telefisco, il convegno annuale de L'Esperto Risponde- Il Sole 24 Ore, in risposta alle domande del pubblico.

 


Lavori di manutenzione ordinaria come la semplice tinteggiatura delle pareti o l'installazione di una porta blindata, se realizzati all'interno delle singole abitazioni e non abbinati ad altri interventi edilizi più pesanti, non danno diritto al bonus del 50% per lavori edilizi, e di conseguenza neppure al bonus mobili e grandi elettrodomestici. Infatti, per quanto riguarda la manutenzione ordinaria, l'agevolazione è riservata solo in caso essa venga eseguita sulle parti comuni di un condominio e solo per arredare le parti comuni. Non è possibile abbinare il bonus mobili a quegli interventi eseguiti nelle singole abitazioni che l'articolo 16-bis del Tuir agevola con il 50% a prescindere dalla categoria edilizia in cui ricadono; in questi casi, bisognerà valutare sul posto se i lavori eseguiti ricadono nella manutenzione straordinaria.

 

Dunque quali sono i lavori per i quali è possibile usufruire del bonus mobili?

  • Le opere finalizzate al risparmio energetico o dirette alla prevenzione degli infortuni domestici sono agevolate con il 50% sulle ristrutturazioni edilizie pur ricadendo nella manutenzione ordinaria. In questo caso, se si vuol usufruire anche del bonus mobili è necessario conservare tutti i documenti utili con la descrizione dei lavori edilizi, per poter dimostrare che sono straordinari.
  • Il rifacimento del bagno, qualora comporti anche il cambio delle tubature, è classificato come un lavoro di manutenzione straordinaria; nessun problema quindi per usufruire delle agevolazioni anche su arredi e grandi elettrodomestici.
  • Gli interventi di ristrutturazione che comportano lo spostamento di pareti interne o la creazione di un open-space all'interno di un appartamento, che vengono catalogati come lavori di manutenzione straordinaria "leggera".
  • L'installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto di casa, nel caso in cui i pannelli vengano installati su singole unità residenziali o sul tetto di abitazioni monofamiliari, da sicuramente diritto al bonus mobili ed elettrodomestici. Meno certo è se si abbia diritto alle agevolazioni in caso di più unità immobiliari.
  • La sostituzione di un tubo del gas difettoso o l'installazione di un rilevatore di fughe di gas in cucina beneficiano delle detrazioni in quanto si tratta di opere per la messa in sicurezza degli impianti e la prevenzione di infortuni domestici.
  • Il rifacimento integrale dell'impianto elettrico, dal momento che si tratta di manutenzione straordinaria degli impianti, anche se è sempre meglio consegnare al Comune la descrizione dei lavori, specialmente se l'intervento ha portato allo spostamento di tracce e lavori murari, seppur minimi.
  • La sostituzione delle finestre comprensive di infissi consente una detrazione del 65%, ma non da diritto al bonus mobili, perché lo sconto sugli arredi spetta solo a chi beneficia del 50%.
Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto