Cerca

Casa, previste nuove aliquote per le compravendite dal 1 gennaio.

by Chiara Bianchi
on Dicembre 20, 2013
Visite: 1909

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A partire dal 1 gennaio 2014 cambieranno alcune aliquote che riguardano la tassazione immobiliare, una misura inserita all'interno del cosiddetto Decreto Istruzione recante "Misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca".


property-charges-tax-390x285Per trovare la copertura agli investimenti nella scuola pubblica, il governo aveva inserito nel Decreto Istruzione, entrato in Gazzetta Ufficiale n. 214 del 12 settembre 2013, alcune misure che ritoccano la tassazione immobiliare a partire dal 1 gennaio 2014 e renderanno più onerosi i trasferimenti degli immobili di lusso, di fondi commerciali, di terreni edificabili e capannoni. Dal prossimo anno infatti chi acquisterà una seconda casa dovrà corrispondere un'imposta di registro non più del 7% sul valore catastale rivalutato, ma del 9%. Stessa aliquota per gli acquisti di capannoni industriali, terreni edificabili e per gli immobili accatastati nelle categorie A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (ville) e A/9 (castelli e palazzi di eminente pregio storico e artistico) e definiti "di lusso".

 


L'imposta di registro del 9% verrà applicata anche ad alcuni trasferimenti immobiliari che fino ad oggi godevano di particolari forme di agevolazione, come gli immobili acquistati da imprese di trading per la vendita e gli immobili compresi in piani di recupero o di edilizia residenziale pubblica, finora tassati con imposta di registro all'1%. Onlus che acquistano immobili all'estero, Stato ed enti pubblici territoriali che versavano un importo fisso di 168 euro e imprenditori agricoli professionali che acquistano immobili siti in comunità montane dovranno corrispondere la nuova aliquota.


Altri aumenti sono previsti per la tassa di registro fissa, che passerà da 168 a 200 euro, così come le imposte ipotecaria e catastale. È il caso delle compravendite di immobili soggette a Iva, dei conferimenti a capitale sociale in denaro, dei contratti di comodato di beni immobili, degli atti costitutivi e modificativi di Onlus, associazioni e trust, dei contratti preliminari, dell'accettazione e della rinuncia di eredità, della pubblicazione di testamenti, della costituzione di associazioni temporanee d'impresa, delle convenzioni urbanistiche, degli atti notori e dei verbali di inventario.


Veniamo agli sconti. La nuova aliquota al 9% sarà dovuta anche per i terreni agricoli per i quali si tratta, tuttavia, di un'ingente diminuzione, considerato che fino al 31 dicembre 2013 l'aliquota applicata è del 15%. Qualche sconto arriva sul fronte residenziale grazie alla riduzione dell'imposta catastale e di quella ipotecaria per l'acquisto di una seconda casa.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto