Cerca

Ecobonus, la Camera approva il decreto.

by Chiara Bianchi
on Luglio 31, 2013
Visite: 1784

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Manca solo l'ultima tappa in Senato per la conversione in legge del provvedimento che contiene gli ecobonus per ristrutturazioni ed efficienza energetica. Qualche modifica durante il passaggio alla Camera, in materia di adeguamento antisismico e durata degli incentivi.


ecobonusGiro di boa per il decreto che contiene gli ecobonus, cui manca ora solo l'ultima tappa in Senato per la conversione definitiva in legge. La principale novità introdotta dalla Camera riguarda la proroga a tutto il 2013 delle detrazioni del 65% per l'efficienza energetica anche per i lavori di adeguamento antisismico, un incentivo esteso alle zone maggiormente a rischio, quando il testo iniziale ne prevedeva l'applicabilità solo in seguito ai danni da scosse.


Altra importante novità di cui si è discusso è la stabilizzazione delle detrazioni a partire dal 2014, in una misura e per ambiti che saranno definite nella Legge di Stabilità; confermati gli altri incentivi, che ricapitoliamo:

 

  • Efficienza energetica: detrazione d'imposta del 65%, ripartita in 10 anni, per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2013 per la riqualificazione energetica di edifici; per gli interventi sulle parti comuni dei condomini le detrazioni sono per le spese sostenute fino al 30 giugno 2014.
  • Pompe di calore: sono detraibili anche le spese di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia e di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore.
  • Consolidamento antisismico: una detrazione del 65% delle spese per il consolidamento antisismico su prime case e capannoni nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2); vale fino al 31 dicembre 2013.
  • Ristrutturazioni: prorogata al 31 dicembre 2013 la scadenza dell'innalzamento delle detrazione IRPEF dal 36 al 50% delle spese per le ristrutturazioni, entro un limite di 96.000 euro.
  • Mobili e frigo: detrazione del 50% delle spese per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (per i forni classe A), per le case oggetto di ristrutturazione, per un importo massimo di 10.000 euro.
  • Stabilizzazione incentivi: dal 2014 tutti gli incentivi del settore saranno stabilizzati (stop alle semplici proroghe): ''le misure e gli incentivi selettivi di carattere strutturale'' riguarderanno l'efficienza energetica e idrica, il sismico, la messa in sicurezza degli edifici, la depurazione delle acque contaminate da arsenico, la sostituzione delle coperture di amianto negli edifici. La quantità delle detrazioni sarà decisa nelle Legge di Stabilità, a ottobre.
Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto