Cerca

I Comuni non si decidono, saldo Imu da rinviare?

by Chiara Bianchi
on Ottobre 29, 2012
Visite: 2266
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A due giorni dalla scadenza del termine per la delibera delle aliquote definitive, solo il 18% dei Comuni ha legiferato in materia Imu.

 

iStock 000011536056XXXLargeDice il proverbio: “Non c’è due senza tre”.

 

Dopo che è stata rinviata la scadenza per la delibera delle aliquote Imu da parte dei Comuni, e di conseguenza la scadenza per la dichiarazione Imu, ora tocca al conguaglio di dicembre. O almeno così chiedono i Caf, i Centri di assistenza fiscale, preoccupati del fatto che solo il 18% dei Comuni abbiano ad oggi deliberato sulle aliquote definitive.

 

Il ritardo potrebbe generare un ingorgo negli uffici competenti, perché ci sarà “poco più di un mese per reperire migliaia di delibere, di regolamenti e di capitolati esterni, inserire le aliquote nelle procedure di calcolo dopo aver superato le molteplici problematiche interpretative in merito alla loro applicazione", rileva il presidente della Consulta dei Caf, Valeriano Canepari. Che chiede quindi di spostare la scadenza per il pagamento del saldo dal 17 al 31 dicembre.

 

Altro problema riguarda il modello per la dichiarazione, poiché a quasi un mese dalla scadenza fissata non è stato ancora approvato quello risolutivo.

 

Le proposte dei Caf per aggirare tali “criticità evidenti” sono tre:

 

-che il termine di presentazione della dichiarazione Imu venga fissato entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del modello e delle relative istruzioni;

-che venga fissato un termine unico per la presentazione della dichiarazione Imu allineandolo a quello previsto per la dichiarazione dei redditi (30 settembre);

-che sia previsto uno slittamento al 31 dicembre 2012 per il saldo senza applicazione di sanzioni.

 

La parola, ora, alle Istituzioni.

 

Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto