Cerca

In vigore nuove sanzioni per tardiva registrazione, adempimenti successivi e risoluzione dei contratti in cedolare secca.

by Chiara Bianchi
on Gennaio 27, 2016
Visite: 274040

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Lo schema delle sanzioni per il ravvedimento operoso

Dal 1° gennaio sono in vigore nuove sanzioni relative a tardiva registrazione, adempimenti successivi e risoluzione dei contratti. La Legge di Stabilità anticipa infatti di un anno le misure previste dalla Delega Fiscale, che fra le altre cose proroga a 30 giorni il termine per il pagamento dell’imposta e la sua comunicazione all’AdE in tutte le operazioni sopra citate.

La Legge di Stabilità anticipa di un anno l’entrata in vigore della normativa che riduce le sanzioni tributarie introdotta con il Decreto sulla Delega Fiscale (D. Lgs. 158/2015) e connesse, per quanto riguarda il mondo degli affitti di cui ci occupiamo in questo blog, alla tardiva registrazione, agli adempimenti successivi e alla risoluzione dei contratti in cedolare secca. Quest’ultimo caso, ovvero le sanzioni per la tardiva risoluzione in cedolare secca, è stato introdotto per la prima volta proprio dalla Delega Fiscale: prima non ne esisteva infatti uno specifico.

Un’altra importante novità è connessa al termine entro cui sarà possibile procedere al pagamento dell’imposta e alla comunicazione all’Agenzia delle Entrate in caso di risoluzioni, cessioni e proroghe. L’art.17 del TUR prevedeva che l’attestazione del pagamento fosse presentata in AdE entro 20 giorni dall’effettuazione dello stesso, ma ora l’art. 17 del D. Lgs. 158/2015 sposta il termine a 30 giorni. Ricordiamo che in caso di utilizzo di RLI online il pagamento dell’imposta e la sua comunicazione all’AdE sono contestuali, quindi vengono assolti entrambi gli adempimenti in contemporanea.

Di seguito vediamo le nuove sanzioni con ravvedimento operoso in vigore dal 1° gennaio 2016.

Tardiva registrazione del contratto di locazione:
- entro 30 giorni di ritardo: 6%, ovvero 1/10 del 60% (+ interessi di mora + imposta dovuta). L’importo minimo della sanzione è di 20 euro (1/10 della sanzione minima di 200 euro prevista dal nuovo art. 69 del TUR con esclusivo riguardo a questo caso).
- entro 90 giorni di ritardo: 12%, ovvero 1/10 del 120% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- entro 1 anno di ritardo: 15%, ovvero 1/8 del 120% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- oltre l’anno ed entro 2 anni di ritardo: 17,14%, ovvero 1/7 del 120% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- oltre 2 anni di ritardo: 20%, ovvero 1/6 del 120% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- se la regolarizzazione avviene dopo la constatazione della violazione (processo verbale di constatazione, senza notifica formale): 24%, ovvero 1/5 del 120% (+ interessi di mora + imposta dovuta)

Codice tributo F24 Elide: 1500 (pagamento imposta); 1507 (sanzione); 1508 (interessi). In caso di tardiva registrazione con cedolare secca la sanzione andrà calcolata con riferimento all’imposta dovuta per l’intera durata contrattuale.

Tardivo pagamento delle imposte per adempimenti successivi (annualità successive alla prima, risoluzioni, proroghe, cessioni):
- entro 14 giorni di ritardo: 0,1% (ovvero 1/15 di 1/10 del 15%) per ogni giorno di ritardo - ravvedimento sprint (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- entro 30 giorni di ritardo: 1,5%, ovvero 1/10 del 15% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- entro 90 giorni di ritardo: 1,67%, ovvero 1/9 del 15% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- entro 1 anno di ritardo: 3,75%, ovvero 1/8 del 30% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- entro 2 anni di ritardo: 4,29%, ovvero 1/7 del 30% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- oltre 2 anni di ritardo: 5%, ovvero 1/6 del 30% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- se la regolarizzazione avviene dopo la constatazione della violazione (processo verbale di constatazione, senza notifica formale): 6%, ovvero 1/5 del 30% (+ interessi di mora + imposta dovuta)

Codice tributo F24 Elide: 1501/1502/1503/1504 (a seconda dello specifico adempimento); 1509 (sanzione); 1510 (interessi).

Tardivo versamento imposta di bollo (o regolarizzazione marche):
- entro 14 giorni di ritardo: 0,67% (ovvero 1/15 di 1/10 del 100%) per ogni giorno di ritardo - ravvedimento sprint (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- entro 30 giorni di ritardo: 10%, ovvero 1/10 del 100% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- entro 90 giorni di ritardo: 11,11%, ovvero 1/9 del 100% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- entro 1 anno di ritardo: 12,5%, ovvero 1/8 del 100% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- entro 2 anni di ritardo: 14,28%, ovvero 1/7 del 100% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- oltre 2 anni di ritardo: 16,66%, ovvero 1/6 del 100% (+ interessi di mora + imposta dovuta)
- se la regolarizzazione avviene dopo la constatazione della violazione (processo verbale di constatazione, senza notifica formale): 20%, ovvero 1/5 del 100% (+ interessi di mora + imposta dovuta)

Codice tributo F24 Elide: 1505 (pagamento imposta). Per le sanzioni e interessi non esiste un codice tributo specifico. E’ possibile regolarizzare applicando una marca del valore corrispondente, in caso di marca apposta in ritardo. In alternativa, e in mancanza di indicazioni specifiche, occorre verificare all’Ufficio AdE le modalità di versamento.

Tardiva risoluzione di un contratto in cedolare secca (non si tratta di ravvedimento operoso):
- entro 30 giorni di ritardo: 35 euro
- oltre 30 giorni di ritardo: 67 euro

(AGGIORNAMENTO del 08.12.2016: scopri le nuove sanzioni per tardiva risoluzione di un contratto in cedolare secca).

Codice tributo F24 Elide: 1509 (sanzione tardivi adempimenti successivi).

Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • SIMONA MORONI

    Buonasera.
    Chiedo cortesemente un'informazione.
    Nel luglio 2017 non ho presentato la proroga di un contratto di locazione NON abitativo e non ho nemmeno versato l'imposta di registro del 2%
    Vorrei sapere la percentuale per calcolare la sanzione per la mancata presentazione della pratica di proroga.
    Ho letto tanto sulla mancata registrazione iniziale del contratto, ma sulla omessa presentazione della proroga, poco o niente.
    Grazie mille

  • Gentile Simona per la proroga in questi casi deve considerare la dicitura prevista per adempimenti successivi, tra cui rientra la proroga e quindi: entro 1 anno di ritardo: 3,75%, ovvero 1/8 del 30% (+ interessi di mora + imposta dovuta).

  • SIMONA MORONI

    Grazie.
    Chiedo solo un'ultima precisazione: quindi io devo far versare al cliente l'imposta di registro (80,00) ravveduta da luglio 2017 ad oggi (quando verso) quindi con sanzioni il 3,75% (3,00) ed interessi (0,10), ed in più far versare la sanzione per la mancata presentazione della comunicazione di proroga cioé il 3,75%? oppure devo fare la pratica di proroga con RLI e far versare solo "imposta+ sanzione al 3,75% + interessi" sanando così sia il mancato versamento imposta registro che la mancata comunicazione di proroga?
    Grazie mille

  • Gentile Simona, la pratica è una sola. Con modello Rli presenta la proroga pagando imposta dovuta + sanzione su mancata proroga + interessi.

  • francesco

    Buonasera. Ho locato un immobile in data 01/10/2017 in cedolare secca e ho provveduto a registrarlo on line in data 07/11/2017. Oltre i trenta giorni di tempo per poterlo registrare. A quanto ammontano le sanzioni se sono dovute?
    Grazie e buonasera

  • Buongiorno Francesco, considerando il ritardo minimo dovrà applicare la sanzione minima di 20 euro, il riferimento dice: - entro 30 giorni di ritardo: 6%, ovvero 1/10 del 60% (+ interessi di mora + imposta dovuta). L’importo minimo della sanzione è di 20 euro (1/10 della sanzione minima di 200 euro prevista dal nuovo art. 69 del TUR con esclusivo riguardo a questo caso).

  • catia

    Buonasera in caso di decesso del locatore come deve regolarsi il locatario per il pagamento del canone agli eredi? Deve ricevere una comunicazione scritta formale di trasferimento del contratto? Grazie

  • Buongiorno Catia, l'inquilino dovrebbe ricevere comunicazione formale da parte degli eredi che riportano le nuove modalità di pagamento.

  • PIERO BANDINELLI

    Ho dimenticato di compilare il Modello RLI per dichiarare la proroga del contratto di locazione NON DI USO ABITATIVO.
    Il ritardo della compilazione è di 3 mesi. Quale penale incorro ??
    Grazie.

  • Gentile Piero, dovrebbe tenere come riferimento le seguenti cifre:
    Entro 30 gg. di ritardo: 50 euro
    Oltre 30 gg. di ritardo: 100 euro
    Verifichi però con l'agenzia delle entrate di riferimento l'importo esatto da versare.

  • mirella

    Buongiorno ho pagato con 14 gg di ritardo, rispetto ai 30 gg previsti dalla data di scadenza contratto, la registrazione di un contratto di affitto annualità successiva.
    In data 14.1.2018 ho pagato solo l'importo dovuto ossia il 2% del canone annuo (11.040,00) con utilizzo f24 elementi identificativi. Non ho fatto il conteggio degli interessi e della sanzione.
    Che cosa mi succede ora ?
    Mi arrivera la sanzione ?
    Devo fare un altro f24 come ravvedimento provvedimento operoso?
    Attendo riscontro e saluto cordialmente

  • Gentile Mirella, considerando che l'accertamento potrebbe arrivare fra molto tempo e soprattutto con una sanzione piena, le conviene procedere con il ravvedimento operoso, pagando la sanzione minima prevista.

  • catia

    Buonasera Isabella devo stipulare un contratto di locazione transitorio con un inquilino che ha la casa da ristrutturare. Dato che non abbiamo i tempi certi di durata volevo sapere se lo faccio per 18 mesi l'inquilino puo' recedere prima? Deve dare un preavviso di legge?
    Se invece lo faccio per un anno e i lavori durano di più posso farne un altro? In questo caso lo posso fare solo per i restanti sei mesi o posso fare un anno?
    In ultimo volevo sapere se si puo' assoggettare a cedolare secca. Grazie mille

  • Gentile Catia, se la motivazione della transitorietà è sua come proprietaria sarebbe meglio, se non ha poi urgenze, tenersi larga e quindi stipularlo sui 18 mesi, lasciando all'inquilino la facoltà di disdire, indicando un periodo di preavviso, solitamente max di tre mesi. Il contratto transitorio come contratto abitativo può essere assoggetto a cedolare, anche agevolata al 10% se il comune si trova nell'elenco dei comuni ad alta tensione abitativa.

  • Gianluca

    Buonasera io ho un contratto con cedolare secca con data di inizio al 13/01/2017 che devo registrare domani, quindi entro un anno, quante sono le spese precise a cui andrò incontro?
    Grazie anticipatamente per la disponibilità.

  • Buongiorno Gianluca, ma che durata ha il contratto? Se parliamo di un 4 + 4 non dovendo pagare alcuna imposta non deve presentare neanche nessun documento (lo ha registrato già l'anno scorso). Se fosse un nuovo contratto in ogni caso con cedolare secca non paga le imposte, ma deve presentare solo il modello rli.

  • Alessia

    Buongiorno, mi ritrovo in questa situazione:
    Tardiva registrazione del contratto di locazione:
    - entro 30 giorni di ritardo: 6%, ovvero 1/10 del 60% (+ interessi di mora + imposta dovuta). L’importo minimo della sanzione è di 20 euro (1/10 della sanzione minima di 200 euro prevista dal nuovo art. 69 del TUR con esclusivo riguardo a questo caso).
    Volevo chiedere se il 6% dovuto riguarda solo la prima annualità o tutte (in questo caso 6 trattandosi di commerciale).

    Grazie

  • Buongiorno Alessia, se parliamo di prima registrazione si riferisce solo al primo anno, dal prossimo anno dovrà provvedere, nei termini, al rinnovo della registrazione.

  • giulio

    ho dimenticato dopo la scadenza dei tre anni, perchè non lo sapevo, di comunicare alla Ag Entrate la proroga per ulteriori due anni di un contratto di locazione a cedolare secca nel quale comunque era prevista questa opzione. Mi sono visto arrivare una sanzione di 100 Euro più ul'altra sanzione di 100 Euro a mia moglie perchèil contratto , come locartori, è cointestato.
    Vorrei sapere se è giusta la sanzione e se ne dobbiamo pagare 2 per la stessa omissione involontaria.

    Grazie

  • Buongiorno Giulio, se parliamo dello stesso contratto la sanzione va pagata una sola volta; è arrivata ad entrambi e credo anche all'inquilino essendo un obbligo solidale.

Carica Altri Commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto