Cerca

Morosità incolpevole, la soluzione del governo nel Piano Casa.

by Chiara Bianchi
on Marzo 12, 2014
Visite: 3964

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il Piano Casa, sul tavolo del Consiglio dei Ministri di oggi, contiene fra le altre misure anche il rifinanziamento del fondo per la morosità incolpevole, che passerebbe così a 381 milioni di euro. Un aiuto importante per una delle emergenze frutto della crisi economica degli ultimi anni.


sfratti per morositàSi chiama morosità incolpevole, ed è un genere di morosità che la crisi in atto nel nostro Paese ha contribuito a far nascere e ad accentuare in maniera sproporzionata. Si macchiano di questo tipo di insolvenza quegli inquilini che, a causa della perdita del lavoro o di altre cause indipendenti dalla loro volontà, non riescono più a pagare puntualmente il canone d'affitto. Il Piano casa del Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, presentato oggi in sede di Consiglio dei Ministri, contiene una misura che interviene sul fenomeno, grazie al rifinanziamento del fondo che passerebbe così da 140 a 381 milioni di euro.

 
Un aiuto importante a favore di tutte quelle famiglie per le quali pagare l'affitto è diventato un'impresa impossibile. E che sono sempre più numerose, a giudicare dai dati diffusi dalla Cgil e dal Sindacato Nazionale degli Inquilini Sunia, i quali registrano l'andamento delle procedure di sfratto evidenziando come, nel primo semestre del 2013, gli sfratti per morosità siano cresciuti del 10% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Si parla di quasi 40mila episodi, ossia ben il 90% del totale di quelli emessi. Il fenomeno è diffuso in maniera capillare in tutta la penisola, anche se non tocca le località allo stesso modo: il numero cresce nelle città in cui i canoni di locazione sono più elevati, come Roma e Milano. Confabitare ha recentemente diffuso la classifica dell'incremento degli sfratti nel corso del 2013 rispetto al 2012, dove troviamo Bologna in cima alla classifica con il 44% di procedure in più, seguita da Milano con una percentuale di poco più bassa (39%); ultima in classifica è Bari, che tuttavia registra un buon 12% di aumento di sfratti. Alberto Zanni, presidente nazionale Confabitare denuncia così la situazione: "La gran parte degli sfratti in tutta Italia è provocata dalla morosità degli inquilini. La crisi morde, molte famiglie non riescono a pagare l'affitto e i proprietari, nonostante buona volontà, dilazioni e quant'altro, alla fine spesso sono costretti a ricorrere a decisioni dolorose ma inevitabili. Non dimentichiamo che mediamente gli sfratti riguardano inquilini che non pagano da un anno".


A questo proposito, vedremo se il rifinanziamento dei fondi per l'affitto e per la morosità incolpevole saprà dare una risposta valida a quella che è diventata una vera e propria emergenza sociale.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Commenti (2)

  1. roberta riggi

Dove rivolgersi per questo aiuto ?

  Allegati
 

Gentile Roberta,
per tutte le informazioni può rivolgersi all'Ufficio Servizi Sociali del suo Comune; in genere per poter accedere a questo tipo di aiuto si deve fare domanda una volta uscito il bando.
Saluti!

  Allegati
 
There are no comments posted here yet

Fai una domanda o lascia il tuo commento

Posting comment as a guest.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto