Cerca

Nuove regole per gli affitti a canone concordato.

by Chiara Bianchi
on Novembre 18, 2016
Visite: 6393

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Nuove regole per canone concordato e transitorio

Rinnovata la Convenzione Nazionale per gli affitti, in arrivo nuove regole per i contratti transitori.

Nuove regole più soft sono in arrivo per gli affitti a canone concordato grazie al rinnovo della Convenzione Nazionale tra le Associazioni maggiormente rappresentative di proprietari e inquilini, stipulata lo scorso 25 ottobre dopo 17 anni dalla precedente formulazione attualmente in vigore.

Agli accordi hanno partecipato i Sindacati degli Inquilini SUNIA, SICET, UNIAT, Unione Inquilini, Ania, Feder.Casa e il COORDINAMENTO PROPRIETARI IMMOBILIARI ANPE-Federproprietà, ASPPI, CONFAPPI, UPPI, e verranno seguiti da un apposito Decreto Ministeriale che costituirà la base per i futuri Accordi Territoriali locali attraverso i quali verranno definiti i criteri per la stipula dei contratti a canone concordato. Fino alla stipula degli Accordi in base alla nuova Convenzione (e al Decreto Ministeriale a venire) varranno gli Accordi attualmente in vigore.

Le nuove regole per i contratti concordati.

 

Tra le principali novità segnaliamo:

- Nuovi modelli di contratto e Tabella Oneri Accessori, probabilmente disponibili in sede di emanazione del Decreto Ministeriale.

- Modifica durata contratti transitori: la Convenzione elimina il limite minimo di 1 mese, mantenendo invece la durata massima di 18 mesi.

- Nuovi criteri per stabilire l’obbligo del canone concordato in caso di contratti transitori: tale obbligo scatterà solo nel caso il Comune dove è sito l’immobile abbia un numero di abitanti superiore a 10.000 (diecimila). In Comuni con numero di abitanti pari o inferiore a 10.000 sarà invece possibile definire liberamente il canone, mentre rimane libero in tutti i Comuni nel caso di contratto con durata non superiore a 30 giorni.

- Esigenze di transitorietà: i contratti transitori dovranno contenere una specifica dichiarazione che individui un’esigenza di transitorietà del locatore o del conduttore compresa tra quelle previste dall’Accordo Territoriale, provata con documentazione da allegare al contratto.

- Attestazione parametri utilizzati per il calcolo e agevolazioni fiscali: viene prevista la possibilità che le parti si facciano assistere dalle Organizzazioni di proprietari o inquilini per la stipula, un’assistenza che rimane facoltativa permettendo così di stipulare contratti a canone concordato senza alcuna assistenza.

Su questo tema seguirà un approfondimento del nostro Esperto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Contratto transitorio: veloce e ricercato. Una breve guida per conoscerlo meglio.
Canoni concordati fermi da anni? Niente vantaggi fiscali per proprietari e inquilini.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Commenti (8)

This comment was minimized by the moderator on the site

Ho accettato un contratto di affitto 3+2 in una grande città per un bilocale d'epoca con ascensore , vetusto e non conforme negli impianti , modesto nell'arredo e senza agibilità . Come conduttore l'obbligo di riconoscere che i locali sono esenti da difetti che possano influire sulla salute di chi vi abita . Poiché il patto è nullo per l'importo superiore a quello massimo definito per il canone agevolato dall'accordo territoriale , di ben 200 euro euro mensili , più condominio e oneri accessori ( del senno di poi ... ) come e quando mi conviene chiedere la restituzione della quota eccedente ? Ringrazio per l'attenzione e per l'eventuale consiglio .

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Roberto, deve contestare il contratto rivolgendosi ad una delle associazioni di categoria firmatarie dell'accordo territoriale; il giudice stabilirà le modalità per la restituzione di quanto versato in eccedenza.

This comment was minimized by the moderator on the site

Non so se è la sezione giusta ma nella specificità del modello H vorrei sapere oltre ai 3+2 di massimo quanti anni può essere maggiorato il contratto per ottenere un bonus del 2% sul canone percepito
*********************
EVENTUALE Maggiorazione per durata superiore ai 3 anni + 2 anni ( 3 % per ogni anno di durata contrattuale ulteriore ai primi tre previsti per legge )
*********************
Per "raggiungere" l'importo stabilito per l'affitto ho la necessità di fare un contratto 3+11 (2+9), è possibile?
Grazie!

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Andrea, può aumentare la durata iniziale del contratto, di solito fino ad 8 anni per evitare la registrazione del notaio, obbligatoria dai 9 anni; quindi il contratto diverrebbe di 8 anni +2 di rinnovo automatico.

This comment was minimized by the moderator on the site

La cedolare secca per le locazioni a canone concordato per il 2018 e successivi è stata fissata nel 15% e da quale disposizione ?

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Giorgio in realtà siamo in attesa, proprio in questi giorni, di conoscere se rimarrà al 10% per i contratti a canone concordato o meno.

This comment was minimized by the moderator on the site

per il comune di Bonassola ( La Spezia ) esiste il canone concordato con il Comune ?
Dove posso trovare la normativa per Bonassola e per Roma?
Grazie
Mariella Pittorino

This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Maria il comune di Bonassola non risulta tra quelli ad alta densità abitativa, mentre quello di Roma lo trova qui

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto