Cerca

Occupazione abusiva di un immobile, cos’è cambiato con il Piano Casa?

by Chiara Bianchi
on Luglio 08, 2014
Visite: 107251

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il Piano Casa ha introdotto un'importante novità contro l'occupazione abusiva di immobili, stabilendo che chiunque se ne renda responsabile non possa chiedere la residenza né l'allacciamento delle utenze. Vediamo cosa comporta il nuovo quadro normativo.


iStock 000000878115SmallLa lotta all'occupazione abusiva di immobili riparte dall'art. 5 del decreto-legge n. 47 del 28 marzo 2014, il cosiddetto Piano Casa, nel quale viene prescritto che "chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza nè l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge". Situazione capovolta, dunque, per gli abusivi, che secondo il precedente quadro normativo potevano ottenere la residenza nell'immobile detenuto in maniera irregolare pur in pendenza di un procedimento penale.

 
Con la nuova normativa la residenza potrà essere richiesta non solo in base all'abitualità della dimora nell'abitazione, ma anche in base alla regolarità del titolo di occupazione, per cui nel caso non ne venga dimostrata la legittimità, la dichiarazione di residenza non sarà ottenuta dall'abusivo. Ma come si può dimostrare l'occupazione legittima dell'alloggio? Al momento della richiesta di cambio di iscrizione anagrafica o di cambio di abitazione, è necessario presentando copia del titolo che ne consente l'occupazione, o tramite dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in caso di documenti depositati presso un ente pubblico, mentre le persone che non sono in possesso di un documento che dimostri la titolarità all'occupazione dell'immobile potranno ripiegare su una dichiarazione del proprietario. Questa la documentazione da allegare alla dichiarazione di residenza per attestare il titolo di occupazione dell'alloggio:

 

 

Titolo occupazione alloggio

Documentazione

Proprietario

-    Copia del titolo di proprietà

-    Dichiarazione sostitutiva

Preliminare di vendita registrato

-    Copia del preliminare

-    Dichiarazione sostitutiva

Preliminare di vendita non registrato

-    Copia del preliminare

Usufruttuario

-    Copia del titolo costitutivo dell’usufrutto

-    Dichiarazione sostitutiva

Familiare del proprietario (comodato verbale)

-    Indicazione delle generalità del famigliare nel contratto di locazione

-    In mancanza: dichiarazione di assenso del proprietario

Locatario con contratto (il contratto deve essere registrato pena la sua nullità in base all’art.1, c.346 della L. n.311/2004)

-    Copia del contratto di locazione

-    Dichiarazione sostitutiva

Comodatario con atto registrato (l’atto di comodato deve essere registrato a norma dell’art.5, c.4 del d.P.R. n.131/1986)

-    Copia del titolo costitutivo del comodato d’uso

-    Dichiarazione sostitutiva

Comodato verbale

-    dichiarazione di assenso del proprietario

Altro titolo di occupazione dell’alloggio:

-       diritto reale d’uso

-       diritto reale di abitazione

-    Copia dell’atto pubblico trascritto

-    Dichiarazione sostitutiva

Assegnatari di alloggi di Cooperative edilizie - proprietà divisa

-    Copia del titolo di proprietà

-    Dichiarazione sostitutiva

Assegnatari di alloggi di Cooperative edilizie - proprietà indivisa

-    Copia dell’atto di assegnazione

Assegnatari di alloggi di Enti pubblici (Edilizia residenziale sovvenzionata: IACP, ACER, Comune, ecc.)

-    Copia dell’atto di assegnazione

-    Dichiarazione sostitutiva

Assegnatari di alloggi di edilizia privata convenzionata o agevolata

-    Copia del titolo di proprietà

-    Dichiarazione sostitutiva

Usucapione

-    Copia della sentenza in cui venga dichiarato che si è compiuto l’usucapione.

 

A sua volta il proprietario verrà informato della richiesta di residenza presso l'abitazione di sua proprietà grazie ad un avviso di avvio del procedimento (art. 7 L.241/1990) e avrà così la possibilità di segnalare eventuali abusi o assenze del titolo abitativo. Il procedimento per l'accertamento dei requisiti per l'iscrizione anagrafica si deve concludere entro 45 giorni, ma nel caso venga dimostrato che il richiedente non abbia titolo all'iscrizione in anagrafe anche oltre tale arco di tempo, comunque si potrà arrivare alla nullità dell'iscrizione anagrafica.


Ricordatevi che per occupazione abusiva di un immobile non si intende solo il caso di esterni che si insediano in una proprietà privata; si parla di reato anche quando un contratto regolare, che sia di affitto o di vendita, o per servizi relativi alla casa viene firmato da qualcuno che non poteva farlo, ad esempio i contratti stipulati per i servizi di telefonia fissa, per l'allacciamento di acqua, gas o elettricità. Infatti con l'approvazione del Piano Casa tutti i nuovi contratti per pubblici servizi dovranno riportare i dati del richiedente ma anche l'accertamento del titolo che questi ha sulla proprietà da servire. Nel caso in cui il richiedente risulti diverso dal proprietario o inquilino o altro avente titolo accertato, per attivare il servizio occorre la firma o la delega firmata di chi possiede il titolo, e se questo non avviene il contratto è da considerarsi nullo.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Commenti (302)

This comment was minimized by the moderator on the site

Salve ... un info.... sono sposato con mia moglie che era abusiva e sono solo 2 mesi che ha rilasciato l'alloggio abusivo..... ora quello che so che lei non può fare la domanda della casa per 5 anni.... Ma io che sono il marito mai stato abusivo o altro.... posso fare io la domanda per la casa trascinando tutta la famiglia con me o per colpa Di mia moglie non posso farla? Grazie in anticipo

Roberto
This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Roberto, bisognerebbe leggere bene la sentenza, solitamente la condanna dovrebbe essere personale, quindi lei potrebbe fare domanda.

Isabella Tulipano
This comment was minimized by the moderator on the site

Salve ,mio zio era residente e titolare del contratto di affitto una casa popolare dal 1956 io sono entrato nel suo nucleo familiare da solo 7 mesi
ho chiesto di poter avere il subentro a lui visto che è deceduto e mi è stato negato visto che non sono passati due anni di convivenza
mio zio era invalido al 100 % e io sono ugualmente invalido al 100% senza reddito
continua pagare l affitto regolarmente e non vorrei perdere la casa
ho possibilita di poter avere anche una possibile deroga?
perdere la casa?

luca
This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Luca, diciamo che lei dovrebbe a sua volta fare regolare richiesta di assegnazione della casa popolare; più che chiedere di rimanere in questa casa. Provi in ogni caso a sentire gli uffici competenti in comune per capire quale possa essere la procedura migliore.

Isabella Tulipano
This comment was minimized by the moderator on the site

grazie per la risposta tempestiva.
Sono in graduatoria per una casa popolare da cinque anni.
Ho fatto richiesta per entrare nel nucleo familiare di mio zio non sapendo di questo paletto dei due anni ,quindi ero erroneamente convinto che avendo anche una disabilita di entrambi ci sarebbe stata qualche deroga alimento del decesso.
MI sono informato presso l'istituto e mi è stato detto che dovrò lasciarla.
Faro il possibile per rimanerci continuando a pagare l'affitto sperando in qualche altra soluzione.

luca
This comment was minimized by the moderator on the site

Salve , sono una mamma di due bambini di 6 e 3 ..mio maruto da 4 mesi a perso il lavoro e nn possiamo piu pagare l affitto di casa con contratto ed arrivato lo sfratto e nn sappiamo dove andare ..adesso abhiamo cercato nella zona dove viviamo e siamo nati. Un consignio di cosa fare se mi introduco in questa casa vuota da 6 anni perche viviamo in mezzo la strada mi autodenuncio e chiedo al comune che voglio pagare il minimo del affitto posso farlo

Ultima modifica commento su 6 mesi fa da Isabella Tulipano Lettore
This comment was minimized by the moderator on the site

Salve sono il marito della nipote del precedente assegnatario ormai deceduto e vorremmo occupare la casa abusivamente, c’è da considerare che sia io e mia moglie siamo entrambi invalidi all’80% e in più abbiamo una figlia a carico ed è anche incinta.
A cosa andiamo incontro?

Davide
This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Davide, la conseguenza di un'occupazione abusiva è sempre quella di poter essere sfrattati e non avere il riconoscimento di utenze e residenza.

Isabella Tulipano
This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno, purtroppo occupare una casa abusiva non risolve il suo problema; le conviene in ogni caso rivolgersi agli uffici comunali per l'assegnazione di un immobile

Isabella Tulipano
This comment was minimized by the moderator on the site

Ma se ci vado mi aiuteranno subito o dovro aspettaro bando e tanto altro..io ne ho bisogno davvero..

Paola
This comment was minimized by the moderator on the site

Dipende molto dalla situazione particolare del comune. intanto provi a capire meglio come funziona.

Isabella Tulipano
This comment was minimized by the moderator on the site

Salve da due anni vivo in un appartamento iacp dove viveva mia madre, non essendo nel suo stato di famiglia, sono stato denunciato penalmente x ocupazione abusiva, ma il giudice ha decretato che il fatto non costituisce reato in quanto figlio del defunto, adesso pago un affitto sanzione di 350 euro, ma il contratto non vi viene fatto, da precisare che sono un invalido civile con una pensione pari a 750 euro, cosa posso fare, grazie

Pietro
This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Pietro, al momento potrebbe solo sollecitare la richiesta di un regolare contratto, alla luce anche del documento prodotto dal giudice.

Isabella Tulipano
This comment was minimized by the moderator on the site

Salve, sono separata da 6 anni e da 2 il giudice ha emesso la sentenza definitiva nella quale la casa coniugale di proprietà della mia ex suocera viene affidata a me. Ma il mio ex marito e la mamma non mi fanno vivere lì in quanto la casa è affittata in nero a terze persone. Nonostante sia andata dai carabinieri, vigili ecc a comunicare l’accaduto sono venuta a conoscenza dall’ufficiò anagrafe del mio comune che pochi giorni fa la mia ex cognata so è spostata la residenza in quella che è la casa a me assegnata. Vi chiedo se è valido questo motivo è come fare o a chi rivolgermi per farmi vivere a me ed alle mie figlie minori nella casa che ci spetta. Premetto che io sono in affitto in un altro appartamento sono disoccupata e da un anno non posso pagare l’affitto ed il proprietario mi sta facendo lo sfratto. Attendo risposta grazie in anticipo

Manuela
This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Manuela, se il giudice le ha affidato la casa ci deve vivere stabilmente per poterne usufruire e avere lì lei la residenza. Quindi ora dovrebbe rivolgersi ad un legale per avanzare lo sfratto e liberare la casa che le è stata affidata.

Isabella Tulipano
This comment was minimized by the moderator on the site

Io invece volevo sapere se ad una casa popolare ci sono i sigilli e li tolgo per entrare cosa rischio

Francesca
This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Francesca, rischia un procedimento di sfratto per occupazione abusiva.

Isabella Tulipano
This comment was minimized by the moderator on the site

Utile

Francesca
This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno,
sono un ragazzo di 24 anni, da quasi un anno vivo in un appartamento dell'INPS. Questo appartamento era stato assegnato ad un signore che è deceduto... dopo un po', con il benestare di un parente sono subentrato io, seppur abusivamente. Attualmente pago regolarmente l'affitto che arrivava a nome del precedente residente, la stessa cosa per quanto riguarda le utenze che sono riuscito a mettere a nome mio. Presto mi sposerò, perciò vorrei regolarizzare la mia situazione il prima possibile, ma non so bene come fare. Vi ringrazio anticipatamente per i consigli che mi vorrete dare
grazie, cordiali saluti

Daniel
This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Daniel, il fatto è che queste case come lei sa devono essere assegnate; quindi lei ora potrebbe capire se c'è una lista a cui iscriversi e quali sono i requisiti eventualmente per poter diventare titolare della casa.

Isabella Tulipano
This comment was minimized by the moderator on the site

BUON GIORNO ABITO IN UN PALAZZO PRIVATO AFFITTATO DAL COMUNE INIZIALMENTE PER USO SCOLASTICO POI IL COMUNE HA CONTINUATO A TENERLO AFFITTATO PER ALTRI 10 ANNI DA CUI SIAMO NOI CON LE RESIDENZE E TUTTO ADESSO CON IL DECRETO SALVINI CI SIAMO VISTI NOTIFICARE GLI SFRATTI ERAVAMO IN UNA GRADUATORIA CHE L ASSESSORE BUONANNO CI HA COMUNICATO CHE TUTTE LE GRADUATORIE SONO ANNULLATE QUINDI NOI CHE TRA L ALTRO ABBIAMO LO SFRATTO PER MAGGIO COSA POSSIAMO FARE CI SONO NELLO STABILE DONNE E BAMBINI ANZIANI MALATI E BAMBINI PORTATORI DI HENTICAP COSA SE TROVIAMO UNA CASA UN QUALCOSA DI COMUNALE O DI ENTI PUBLICI TIPO INPS ACP ANAS COSA CI SUCCEDE SE L'OCCUPIAMO ?

Giuseppina Carrino
This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Giuseppina, occupare un immobile vuol dire ritrovarsi nella condizione di poter subire uno sfratto; quindi è giusto rivolgersi agli ufficiali comunali di competenza per sollecitare un intervento e soprattutto per trovare una soluzione abitativa per queste persone.

Isabella Tulipano
This comment was minimized by the moderator on the site

Ciao a tutti vivo in un appartamento con mio marito da poco tempo ,accanto a me la famiglia di.mio marito è in causa con il demaio x uso capione e in questa causa ce anche l appartamento che io vivi ho l utenza luce intestata a mio marito ma come può fare cambio si residenza da un interno al altro e farla anche io ?

Elena
This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Elena, può chiedere la residenza nel civico in cui vive effettivamente: è un vigile che viene a verificare la veridicità di quanto dichiara.

Isabella Tulipano
Non ci sono ancora commenti
Carica Altri Commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi