Cerca

Politici in affitto: i nuovi eletti alla ricerca di una casa a Roma, ma con budget ridotti.

by Chiara Bianchi
on Marzo 14, 2018
Visite: 1424

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Politici cercano casa in affitto a Roma

I parlamentari neoeletti alla ricerca di un alloggio in affitto nel centro di Roma.

È il caso di dirlo, non esistono più i politici di una volta. E stavolta non parliamo del carisma, o dell’integrità morale, o delle capacità richieste a chi si candida per quel ruolo, ma della disponibilità di spesa quando si tratta di cercare un alloggio vicino al Parlamento. Se ai tempi delle vacche grasse si potevano superare tranquillamente anche i 2.000 euro di affitto mensili, oggi i budget sono un po’ più contenuti.

Perciò i neo eletti, che in questa legislatura sono quasi il 66% alla Camera e oltre il 64% in Parlamento, cercano soluzioni ricettive diverse o si spostano in zone limitrofe, lasciando ad altre categorie di dirigenti gli appartamenti nelle zone più ricche della Capitale, come le figure legate al mondo delle organizzazioni sindacali, delle associazioni di categoria e delle organizzazioni internazionali.

Finiti - o no? - i tempi di affittopoli, quando bastavano pochi euro per affittare un’abitazione con vista panoramica sui Fori imperiali, oggi i neoparlamentari trasfertisti alla ricerca di una casa non sono disposti a sborsare le cifre da capogiro richieste dai proprietari nell’area della politica, quella compresa tra la Fontana di Trevi, il Pantheon e Torre Argentina. Il budget stanziato, secondo l’analisi di Solo Affitti, si aggira tra i 1.000 e i 1.500 euro: canoni di affitto che per la media degli italiani sembrano un’enormità, ma per chi vive a Roma è quasi la normalità. E per spuntare prezzi più bassi, i parlamentari non romani si spostano verso zone come il Rione Monti, il gettonatissimo Ghetto o la caratteristica Trastevere, comunque vicinissimi a Montecitorio ma meno congestionate e con i servizi principali a portata di mano.

“Si tratta comunque di Centro storico - spiega Carla di Leonardo, dell’agenzia Solo Affitti Roma 2 - quindi i prezzi non sono bassi ma si possono trovare soluzioni abitative anche migliori a prezzi leggermente inferiori. Ad esempio per un bilocale arredato e ristrutturato si arriva a spendere anche 1.500 euro al mese, mentre per tagli più grandi, ovvero con una seconda camera da letto, si arrivano a spendere anche 2.000 euro al mese”. Chi sceglie zone residenziali come Prati, la zona dei tribunali e della Cassazione, la parte del centro storico intorno a Villa Borghese e Via Veneto o il quartiere Trieste può trovare anche prezzi un po’ più bassi, come trilocali intorno ai 1.600 euro, e sicuramente una qualità di vita migliore. “Il mercato del centro storico – spiega ancora l’agente Solo Affitti - sta cambiando, anche grazie alla spinta di strutture (airbnb e simili, nonché agenzie specializzate nell'uso ricettivo) che si stanno focalizzando sull'affitto turistico. Per la massiccia presenza di affittacamere e b&b nelle zone prettamente turistiche e della movida romana - la zona tra Fontana di Trevi, Pantheon e Torre Argentina non è più l'ideale per viverci stabilmente”.

Il mercato della locazione a Roma.

 

Secondo le ultime rilevazioni di Solo Affitti raccolte nel Report annuale sulla locazione in Italia, nel 2017 il mercato degli affitti a Roma si è mosso in controtendenza rispetto al trend nazionale, che ha visto i canoni di locazione crescere in media del 2,6%. Nella Capitale invece il calo è stato dell’ordine del -4,1%, una flessione più marcata per gli immobili arredati che diminuiscono addirittura del 5,5%, segno forse che molti romani, non riuscendo più a sostenere canoni elevati, sono costretti a ripiegare o su case maggiormente periferiche o su metrature più piccole. A Roma per una casa arredata si paga in media 859 euro, cifra che sale a 876 euro se si comprende anche il garage. Nello specifico un monolocale con arredamento mediamente costa 631 euro, mentre per un bilocale con mobilio gli inquilini romani sborsano circa 765 euro. Per chi sceglie un taglio più grande, il trilocale ha un canone medio di 935 euro e il quadrilocale 1.106 euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Canoni di affitto: nel 2017 + 2,6%
Affittopoli, quanto costano veramente gli affitti a Roma?

Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Commenti (2)

This comment was minimized by the moderator on the site

Salve,
Ho acquistato una casa come prima casa a Ladispoli, sono sposata e abito a Roma con il marito e ho anche la residenza a Roma , vorrei sapere se per legge ho obbligo di cambiare la residenza a Ladispoli o posso rimanere residente a Roma, e se posso affittare la prima casa? Grazie

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Anna la questione è che per poter usufruire delle agevolazioni previste sull'acquisto prima casa, deve avere la residenza o lavorare nel comune in cui è ubicato il bene. Quindi non vi è un obbligo, ma senza residenza non potrebbe aver diritto alle agevolazioni.

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto