Cerca

Riforma del Catasto, nelle commissioni censuarie anche membri delle associazioni di categoria del settore immobiliare.

by Chiara Bianchi
on Settembre 10, 2014
Visite: 1992

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Novità in arrivo sulla riforma del catasto: all'interno delle commissioni censuarie saranno presenti anche membri delle associazioni di categoria, mentre viene bocciata la possibilità, per Comuni e associazioni di settore, di fare ricorso contro le decisioni prese a livello locale.


akville-mississauga-real-estate-home-improvementProsegue il lavoro dei tecnici sul primo decreto attuativo per il nuovo catasto, previsto dalla delega fiscale n. 23/2014, fermo in Parlamento in attesa dell'approvazione definitiva. Nell'ultima versione vengono recepite alcune osservazioni espresse in merito alle commissioni censuarie dalle commissioni Finanze della Camera e Finanze e Tesoro del Senato. Vediamole.

 

  • Almeno un membro delle commissioni censuarie locali dovrà obbligatoriamente provenire da quelli indicati dalle associazioni di categoria del settore immobiliare, come indicato nella legge delega; condizione che era venuta meno nella versione precedente, dove veniva concesso che la scelta sarebbe potuta ricadere su persone esterne a tali associazioni
  • Altra novità che entra a diritto nel decreto è la presenza, all'interno di ciascuna delle tre sezioni della commissione censuaria centrale, di un membro "esperto qualificato", candidato anch'esso dalle associazioni e designato dal Ministero dell'Economia
  • Sono previsti 21 membri supplenti per le commissioni censuarie, esclusa quella centrale
  • L'entrata in vigore del decreto legge sarà coordinata con l'insediamento delle commissioni censuarie, che avranno 60 giorni (non più 30) per validare gli algoritmi che serviranno per censire il patrimonio immobiliare nazionale

Viene bocciata, invece, la possibilità per i Comuni e per le associazioni di categoria di fare ricorso contro alcune decisioni delle commissioni locali, come quelle riguardanti le metodologie di elaborazione dei prospetti di categorie e classi degli immobili urbani, nonché delle relative tariffe d'estimo su cui viene calcolata la rendita catastale e, di conseguenza, quasi tutte le imposte immobiliari. Non passa nemmeno la proposta del Senato di introdurre procedure deflative del contenzioso in materia catastale.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto