Cerca

Tares, definite scadenze e modalità di pagamento.

by Chiara Bianchi
on Dicembre 09, 2013
Visite: 2260

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Con la risoluzione 10/DF del 2 dicembre il Dipartimento delle Finanze ha chiarito le scadenze e le modalità di pagamento per il conguaglio Tares relativo al 2013, la tassa sui rifiuti che dal 2014 sarà sostituita dalla Tari, una delle componenti della nuova Imposta Unica Comunale.


rifiuti soldi250I chiarimenti delle Finanze in materia di Tares, che si articolano principalmente su tre punti (scadenze, modalità di pagamento e immobili dei residenti all'estero), presentano diverse varianti rispetto alla precedente risoluzione di appena due mesi fa, nonché rispetto al Dl 35/2013 relativo ai debiti scaduti della pubblica amministrazione e al versamento di tributi degli enti locali.

 
Scadenza del pagamento

Niente rinvii per i contribuenti: la data di scadenza per il pagamento della Tares 2013 è il 16 dicembre prossimo, senza possibilità, per i Comuni, di dilazionare il saldo al 2014, ipotesi prevista dalla precedente risoluzione 9/DF.


Modalità di pagamento

Le modalità con cui i contribuenti potranno assolvere al pagamento della Tares sono esclusivamente due: tramite Modello F24 o tramite ccp, mentre il Dl 35/2013 ammetteva l'utilizzo di Rid, Mav o Pos. I Comuni avranno dunque meno di due settimane per inviare ai contribuenti il Modello F24 o il bollettino postale precompilati per il pagamento.

 

Immobili dei residenti all'estero

Per quanto riguarda gli immobili dei cittadini residenti all'estero, si dovrà procedere al pagamento della Tares contattando direttamente il Comune dove è situato l'immobile per conoscere l'entità precisa del versamento da effettuare relativamente al tributo o tariffa puntuale. Relativamente alla maggiorazione Tares, invece, è necessario effettuare un bonifico bancario intestato a Bankitalia, utilizzando il codice IBAN IT80R0100003245348001150300 e indicare il codice BIC BITAITRRENT. Nella causale del versamento indicare il CF o la P.IVA del contribuente (o il codice di identificazione fiscale attribuito dallo Stato estero di residenza), la sigla MAGG. TARES, il nome del Comune dove sono ubicati gli immobili, il codice tributo 3955 e l'anno di riferimento.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi
Author: Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Commenti (3)

This comment was minimized by the moderator on the site

VORREI SAPERE COME PAGARE LA SOLA MAGGIORAZIONE TARES 2013 "SE APPLICARE GLI INTERESSI + SANZIONI OPPURE NO".
VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE.
HO SPULCIATO TUTTO SU GOOGLE, MA NON HO TROVATO UN GRAN CHE'.
VI RINGRAZIO PER LA VOSTRA COLLABORAZIONE.

This comment was minimized by the moderator on the site

Gentile Vincenzo credo non abbia trovato nulla perchè sembra che se i comuni hanno inviato i bollettini precompilati dopo i termini di scadenza, il pagamento tardivo sarà esente dall’applicazione di interessi e sanzioni. Quindi le conviene chiedere direttamente all'ufficio tributi di competenza.

This comment was minimized by the moderator on the site

Ottimo articolo. Per quanto riguarda le modalità di pagamento vorrei suggervi di approfondire le modalità e le condizioni nel mio sito! ;)
http://www.principicontabili.net

Non ci sono ancora commenti

Fai una domanda o lascia il tuo commento

  1. Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto